0 Shares 20 Views
00:00:00
15 Dec

Kobe Bryant rinnova con i Lakers. E’ il più pagato in NBA

LaRedazione - 26 novembre 2013
LaRedazione
26 novembre 2013
20 Views

Kobe Bryant, punta di diamante della società losangelina, continuerà ad essere, per un altro biennio ancora, il giocatore di basket più pagato di tutto il campionato dell’Nba.

Nei prossimi due anni, pensate un po’, Kobe Bryant riceverà uno stipendio pari a quasi 48 milioni. Un po’ meno, tuttavia, di quanto percepito nel 2013, quando il suo salario sfiorò, addirittura, la stratosferica cifra di ben trenta milioni di dollari. Niente male, in ogni caso, per un giocatore che ha già 35 anni: molti dei suoi coetanei che, allo stesso modo, faticano a lasciare il basket, devono comunque accontentarsi di stipendi molto più bassi.

Resta il fatto, però, che Kobe Bryant sia attualmente fuori uso. La franchigia californiana, prima di averlo nuovamente a disposizione, dovrà difatti attendere che la guardia si riprenda da un brutto infortunio rimediato nello scorso aprile, durante un match combattutissimo contro i “guerrieri” del Golden State. Il suo errore, in quell’occasione, fu quello di ostinarsi a rimanere in campo nonostante già stesse avvertendo un forte dolore all’altezza della caviglia: non poteva sopportare il fatto di rimanersene in panchina durante un match dal risultato ancora troppo incerto.

Così, nel quarto tempo, una brutta caduta finì col dargli il colpo di grazia: i Lakers alla fine vinsero, ma da allora il tendine d’Achille del forte cestista è ko. Forse, però, al suo rientro in campo manca poco: i medici dicono che sta meglio, e che entro la fine di novembre potrà ricominciare a giocare. E quel che è certo è che i dirigenti della società di Los Angeles non vedono l’ora di riaverlo nella formazione titolare.

La stima che tutti loro hanno nei confronti dei Kobe Bryant non è mai stata un mistero, e lo conferma il fatto che il suo contratto sia stato prorogato. Il general manager dei gialloviola, Mitch Kupchak, nel commentare la notizia in questione, non è difatti riuscito a trattenere l’entusiasmo: ai giornalisti sportivi presenti alla conferenza stampa ha detto che si tratta di un vero e proprio giorno di festa, e che la società farebbe di tutto pur di tenersi stretto il fenomeno – così viene chiamato, nel mondo dell’Nba – fino a quando sarà in grado di giocare.

Tutti vogliono che l’agguerrita guardia concluda la carriera con la casacca dei Lakers, dal momento che l’ha indossata per venti, lunghissimi, anni, senza mai neppure valutare l’ipotesi di cambiare squadra. E questo seppur altre prestigiosissime franchigie, nel tempo, lo abbiano corteggiato in tutti i modi.

Ma Kobe Bryant sembra non aver mai avuto dubbi sul fatto che il suo cuore fosse con i Lakers.

 

Loading...

Vi consigliamo anche