0 Shares 10 Views
00:00:00
18 Dec

Partono i Mondiali di nuoto di Barcellona: su quali Azzurri puntiamo?

LaRedazione - 19 luglio 2013
LaRedazione
19 luglio 2013
10 Views

Partono i mondiali di nuoto a Barcellona: quali azzurri potranno avere aspirazioni iridate? La rassegna ha avuto una gestazione abbastanza travagliata, con i mondiali 2013 che erano stati inizialmente assegnati agli Emirati Arabi, con Dubai come sede. Alla fine però il calcolo dei possibili costi e dei ricavi ha fatto compiere un passo indietro al paese arabo, e alla fine è stata la Spagna a spuntarla, facendo leva sul fatto che Barcellona può contare ancora sulle strutture, che necessitavano di un ammodernamento minimo, che avevano ospitato le Olimpiadi del 1992.

E così in barba alla crisi, che ha colpito la Spagna molto duramente, sarà la nazione iberica a veder sfilare la passerella di autentici campionissimi del nuoto, che animeranno la manifestazione dalla serata di venerdì 19 luglio, quando andrà in scena la cerimonia inaugurale, fino al prossimo 28 luglio. La spedizione azzurra nella città catalana conta diversi anni nella manica. Innanzitutto l’attesa per Federica Pellegrini, reduce dopo anni di successi dalle amarezze dell’Olimpiade di Londra dello scorso anno, nella quale non riuscì a salire neppure una volta sul podio. Una delusione che l’ha vista rallentare molto con gli impegni agonistici in questo ultimo anno da lei stessa definito sabbatico, e che la vedrà scendere in acqua a Madrid nelle tre staffette ed in una specialità per lei finora inedita nei grandi appuntamenti, ovvero i duecento dorso.

Il programma agonistico dei mondiali si aprirà con i tuffi, nei quali gli atleti italiani possono sperare in risultati importanti soprattutto grazie alle ragazze, con Tania Cagnotto nell’individuale ed il sincronizzato dai tre metri con Francesca Dallapè. Nelle giornate finali della rassegna iridata invece l’attenzione si concentrerà su Fabio Scozzoli, che andrà a caccia di una storica doppietta nello stile rana, e su Gregorio Paltrinieri, che dopo essersi issato sul tetto del mondo in vasca corta, proverà a fare il bis nella piscina di Barcellona nei millecinquecento metri. Nelle gare di fondo femminile, cinque e dieci chilometri, fari puntati invece su Martina Grimaldi, reduce dalle ottime performance olimpiche. Analizzando invece il panorama generale, le squadre degli Stati Uniti e dell’Australia si ripromettono di fare incetta di medaglie, mentre è attesa al varco quella russa, che negli ultimi anni ha subito molto la concorrenza dei paesi emergenti.

Loading...

Vi consigliamo anche