0 Shares 7 Views
00:00:00
16 Dec

Pazzini-Cassano, Milan e Inter trovano l’accordo

dgmag - 21 agosto 2012
21 agosto 2012
7 Views

E' l'affare di cui tutti parlano in questi ultimissimi giorni di calciomercato in attesa dell'inizio della stagione calcistica 2012-2013: lo scambio Giampaolo Pazzini – Antonio Cassano tra Inter e Milan che sembra ormai essere cosa fatta e di cui manca solo l'ufficialità.

Dello scambio si è iniziato a parlare durante il Trofeo Berlusconi (vinto dalla Juventus che ha sconfitto il Milan domenica scorsa) e alla fine l'accordo sarebbe stato trovato per cercare di accontentare tutte le parti chiamate in causa: l'Inter avrebbe scambiato Pazzini per Cassano e oltre al giocatore barese avrebbe ricevuto  anche 7 milioni di euro cash per finalizzare il tutto.

In cambio il cartellino di Pazzini sarebbe passato tutto nelle mani del Milan e al giocatore sarebbe stato proposto lo stesso identico contratto che aveva con l'Inter ovvero 2,7 milioni di euro l'anno fino al 2014 più eventuali bonus; Pazzini per andare al Milan avrebbe rifiutato l'offerta del Napoli

Stando a rumors non confermati, Cassano e Pazzini sarebbero soddisfatti al pari delle due società: per Cassano si profila un posto non da titolare vista la presenza di Milito e Palacio ma non è detto che nel corso della stagione le cose non possano cambiare mentre Pazzini spera di trovare nel Milan quella continuità di gioco e rendimento che gli è mancata negli ultimi tempi e che potrebbe rilanciarlo.

Lo scambio Pazzini-Cassano è solo l'ultimo dei tanti che hanno visto protagonisti negli anni Milan e Inter: basta citare solo Seedorf e Pirlo ma anche Baggio, Collovati o Serena e Ibrahimovic che fece infuriare i tifosi.

Chi abbia beneficiato dello scambio è ancora presto per stabilirlo ma di certo ad oggi sembra essere il Milan ad aver un disperato bisogno di un attaccante mentre l'Inter è già abbastanza coperto grazie a Milito e Palacio: l'imminente campionato dirà chi ha ragione in attesa dell'ufficialità dello scambio o, chi lo sa, della smentita ufficiale.

Loading...

Vi consigliamo anche