0 Shares 13 Views
00:00:00
17 Dec

Solo argento per Federica Pellegrini nei 200m. Troppo veloce la Franklin

LaRedazione - 1 agosto 2013
LaRedazione
1 agosto 2013
13 Views

Solo medaglia d’argento per Federica Pellegrini nei duecento stile libero: troppo veloce l’americana Melissa Franklin nella corsa all’oro mondiale a Barcellona. L’exploit dell’atleta azzurra, che si era presentata alla rassegna in Spagna senza l’intenzione di gareggiare nello stile libero, e che si è poi presentata a sorpresa ai blocchi di partenza di cento e duecento, è stata comunque assolutamente strepitoso. Come una novella araba fenice la Pellegrini, in un anno in cui l’allenamento non è stata la sua priorità, soprattutto nello stile libero, ha saputo risorgere dopo il fallimento di Londra, dimostrando di aver ancora molte carte da giocare in una scena del nuoto mondiale che l’ha vista per anni regina, tra ori olimpici e iridati e primati del mondo abbattuti.

Certo, il miglior tempo ottenuto in semifinale aveva forse un po’ illuso i tifosi di Federica, che sognavano un trionfo capace di far restare nella storia la loro beniamina proprio nella stagione in cui meno ci si poteva aspettare un nuovo trionfo. Ma troppo veloce è stato l’astro nascente della distanza, Melissa ‘Missy’ Franklin che ha letteralmente dominato la gara, chiudendo in un minuto, cinquantaquattro secondi e ottantuno centesimi. Troppo per la Pellegrini che pure ha chiuso a trentatré centesimi di distanza, un ottimo tempo che ha permesso di blindare la medaglia d’argento dagli assalti di un’altra favorita della vigilia, la francese Camille Muffat, finita a quasi sessanta centesimi di distanza dall’azzurra e costretta ad accontentarsi del bronzo.

Certo, la nuova generazione di nuotatrici a stelle e strisce fa paura: con la Ledecky capace di fare il vuoto nelle lunghe distanze, Missy Franklin si propone come Michael Phelps al femminile per la squadra statunitense. A Barcellona è già alla terza medaglia d’oro, e potrebbe vincerne sette, avendo rinunciato a partecipare ai cinquanta dorso solo perché la semifinale di questa specialità era programmata cinque minuti prima della finale dei duecento stile libero. Classe ’95, la Franklin rappresenta senz’altro il futuro del nuoto mondiale, un futuro che però sembra decisamente avere ancora spazio per Federica Pellegrini, che dimostra ancora una volta di saper dare il meglio di sé quando le pressioni attorno a lei non sono soffocanti. Una forza e una debolezza al tempo stesso, e chissà se l’allenamento fosse stato quello intensivo, se la Fede nazionale sarebbe riuscita a mettersi alle spalle la terribile ‘Missy’, L’argento è comunque un premio bello quanto inaspettato, ed ora la sfida si ripeterà sui duecento dorso, specialità tutta nuova per la Pellegrini.

Loading...

Vi consigliamo anche