A sud del Paradiso, crisi adolescenziali su Fox

Dal 6 febbraio, Fox trasmette un nuovo telefilm ambientato nel dorato mondo adolescenziale e liceale americano, che ha già ispirato tantissimi successi come The Oc.

La storia è quella di Spencer, Glen e Clay Carlin, che si trasferiscono a Los Angeles dall’Ohio insieme ai genitori: Arthur (Rob Moran), assistente sociale, e Paula (Maeve Quinlan), che inizia a lavorare presso il Pronto Soccorso di un grande ospedale.

La serie, creata da Tom Lynch nel 2005, si focalizza sui personaggi e le vicende quotidiane dei componenti della famiglia Carlin, con una particolare attenzione alla vita scolastica e sociale dei tre ragazzi.

La protagonista, però, è Spencer (Gabrielle Christian), che racconta l’impatto con un mondo completamente nuovo in cui insieme ai suoi fratelli deve ricominciare tutto da zero.

Spencer fin dal primo giorno deve imparare le “regole sociali” della nuova scuola per ricostruirsi una valida rete di amicizie e per entrare a far parte della squadra delle cheerleaders; un compito non facile, visto che il capitano della squadra è l’antipatica Madison Duarte (Valery M. Ortiz), tanto bella quanto piena di sé.

Madison cerca fin dall’inizio di demotivare Spencer, facendole sbrigare faccende poco gratificanti: uno dei fratelli di Spencer, Glen (Chris Hunter), è infatti un talentuoso giocatore di basket, e Madison teme che il suo talento possa mettere in ombra l’attuale star della squadra, cioè il suo fidanzato Aiden (Matt Cohen).

Ma Spencer non molla: è determinata ad ottenere un ruolo nella squadra e non ha paura di faticare per ottenerlo.

La determinazione è proprio una caratteristica di famiglia, persino nel caso del terzo fratello, Clay (Danso Gordon), che è stato adottato dai Carlin e che, fin dal primo episodio, mostra ciò in cui crede, difendendo una ragazza dalle avances poco gradite di un ragazzo che gliele suona di santa ragione.

Ma a lui non importa: si rialza sempre. La stessa determinazione di Glen, che si ambienta fin dal primo momento e che non ha paura di dire a tutti ciò che pensa, anche se questo potrebbe creargli dei guai.

Oltre alle problematiche del liceo e dell’adolescenza, A sud del Paradiso racconta senza mezzi termini e senza preoccupazioni l’omosessualità fra giovani che cercano di dare un senso alla propria vita giorno dopo giorno.