0 Shares 7 Views
00:00:00
13 Dec

Adriano Olivetti – La forza di un sogno: boom di ascolti per la seconda puntata

LaRedazione
30 ottobre 2013
7 Views

La fiction di Rai Uno ‘Adriano Olivetti – La forza di un sogno‘ è stata un autentico successo. E’ quanto emerge dai dati degli ascolti che vedono la miniserie dedicata all’industriale di Ivrea trionfare anche nella prima serata di martedì ventinove ottobre. Dati importanti, visto che la concorrenza nella serata televisiva era forte, ma il carisma di Luca Zingaretti è stato anche più forte de ‘Le Iene’ su Italia Uno.

Dopo i sei milioni e centomila spettatori della prima parte dello sceneggiato, fatti registrare nella prima serata di lunedì, la storia di Adriano Olivetti ha raccolto attorno al piccolo schermo altre sei milioni e trecentomila persone, per un lusinghiero ventiquattro virgola sessantasette per cento di share.

In pratica, martedì sera un televisore su quattro in Italia era sintonizzato su Rai Uno. Battuto nettamente il contenitore di politica e attualità Ballarò su Rai Tre, e come detto Le Iene su Italia Uno. Luca Zingaretti si conferma volto per eccellenza della fiction all’italiana, e dopo i successi estivi con le tante repliche de ‘Il Commissario Montalbano’, ha saputo essere credibile anche in un ruolo completamente diverso, nei panni di un imprenditore che nella prima metà del Novecento aveva imposto le sue visioni progressiste, futuristiche e in parte visionarie nel campo dell’industria per materiali da ufficio, tanto da rendere Olivetti la prima azienda produttrice nel campo in Europa.

Anche i drammi e le gioie della vita privata di Olivetti sono stati riportati in maniera efficace sullo schermo, anche se secondo alcune critiche è stata troppo romanzata la parte relativa ai servizi segreti americani che spiavano le attività di Olivetti, con Stefania Rocca nella parte dell’ufficiale dell’esercito, la cui storia si intreccia con quella dell’industriale di Ivrea.

E’ piaciuto più il finale che racconta la morte di Olivetti lasciando però quell’aura di mistero che ha sempre circondato la sua improvvisa scomparsa. Insomma, quello che è stato addirittura definito lo ‘Steve Jobs italiano’ , tanto da aver ipotizzato alla fine degli anni sessanta l’utilizzo massiccio in ambito industriale e professionale del calcolatore a transistor, ovvero l’antesignano del moderno prersonal computer, è stato finalmente raccontato dalla televisione italiana in maniera efficace.

L’utilizzo di tanti attori amati dal pubblico (tra gli altri anche Francesco Pannofino nei panni del rivale di Olivetti) ha sicuramente aiutato, ma in generale è ancora Luca Zingaretti a dimostrarsi capace di interpretate molteplici ruoli, una delle maschere più efficaci della scena attoriale italiana. Il boom di ascolti di Adriano Olivetti – La forza di un sogno è in fondo soprattutto merito suo.

Vi consigliamo anche