Alessio Boni è Caravaggio al RomaFictionFest

Dopo l’anteprima con polemica di Rino Gaetano-Ma il cielo è sempre più blu, al RomaFictionFest è stata presentata la fiction Caravaggio che racconta appunto la vita e l’arte di Michelangelo Merisi.

Il Caravaggio di Angelo Longoni è interpretato da Alessio Boni e viene raccontato come un uomo bandito, che si accosta all’omosessualità e a Mario Minniti (Paolo Briguglia), definendo ciò che prova “l’amore degli amori”, che finisce in galera più volte a causa del suo temperamento e del rapporto con la prostituta Fillide (Claire Keim), che lotta per la sua musa Lena (Sarah Felberbaum) contro Ranuccio Tomassoni (Maurizio Donadoni) e che viene travolto dalla sua inquietudine nonostante la protezione di Costanza Colonna Sforza (Elena Sofia Ricci) e del Cardinal Del Monte (Jordi Mollà), grazie ai quali riuscirà a far valere la sua arte.

“Per me questo è stato il primo personaggio realmente esistito che ho interpretato”, ha detto Alessio Boni. “Ho letto sette biografie, credo di aver visto quasi tutto quello che ha dipinto, mi sono preparato incontrando pittori, restauratori, che mi hanno insegnato il respiro e la postura di un pittore di quell epoca. Alla fine mi sono trovato meglio nei panni di Caravaggio, un uomo del ‘600, che in jeans e scarpe da ginnastica”.

“Rispetto al film di Jarman su Caravaggio del 1986, che in realtà raccontava solo l’intimo del regista, o allo sceneggiato con Gian Maria Volonté del 1967, la nostra fiction vuole dare una visione piu contestualizzata del personaggio”
, ha detto il regista Angelo Longoni.

Caravaggio andrà in onda due puntate su RaiUno tra fine ottobre ed inizio novembre ed è prevista anche una versione cinematografica per l’estero distribuita da RaiTrade.