Amici 8, espulso Arturo Caccavale

In vista della puntata domenicale, si fa sempre più bollente e polemica il talent show di Maria De Filippi.

La commissione ha infatti deciso di mandare a casa Arturo, reo confesso di aver partecipato ad alcune serate come ospite e di aver utilizzato il marchio di Amici per farsi pubblicità.

Il ragazzo, smascherato da una lettera anonima, ha dovuto confessare l’accaduto e i professori di Amici 8 non hanno avuto dubbi: Arturo ha violato il regolamento e così deve essere mandato a casa.

Luca Zanforlin non ha fatto sconti e ha detto ad Arturo che "se è ai soldi che pensi allora fatti le tue serate, ma fuori di qui" e poi rivolgendo a tutti: "se pensate che Amici sia una miniera di soldi andatevene…".

Chiaramente anche la classifica di gradimento, a questo punto, sarebbe stata falsata finora dal momento che Arturo ha beneficiato della popolarità raggiunta nel corso delle serate che lo ha catapultato il prima posizione.

"Mi rendo conto dello sbaglio, ho fatto una cavolata, ho accettato stupidamente, Amici era il sogno della mia vita", ha detto Arturo Caccavale ma la commissione è stata inflessibile e ha parlato di "fatti di rilevanza legale che dimostrano che Arturo ha sfruttato il nome della trasmissione per ricavarne profitti economici anzichè pensare ad apprendere e migliorare attraverso gli insegnamenti. Compromesso il rapporto di fiducia tra la commissione e l’allievo. Si decide la sua espulsione".

Intanto Domenico, dopo un mese di sospensione, ha portato una lettera ad Alessandra Celentano nella quale si è scusato e ha spiegato i motivi per i quali merita di tornare ad Amici; l’esame di riammissione, per il quale servirà l’ok di almeno tre insegnanti, ci sarò domani nella puntata della domenica.