Arriva la quarta serie del Dr. House

A partire da domenica 2 marzo, in prima serata, arrivano su Canale 5 i nuovi attesissimi episodi della quarta serie di Dr.House.

Telefilm dei record, fenomeno di costume degli ultimi anni, interpretato da Hugh Laurie, il Dr. House è un medico privo di tatto, scontroso anche con i suoi pazienti, che si sorregge su un bastone da passeggio che sembra evidenziare il suo malessere fisico.

Ma il Dr. House è anche un ottimo medico, con un modo di pensare anticonvenzionale e un naturale senso clinico che gli hanno procurato nel suo ambiente un grande rispetto, e un infettivologo di grandi capacità diagnostiche che affronta la malattia dei suoi pazienti come una sfida e annovera nel suo curriculum tutti quei casi che nessun altro medico è riuscito a risolvere.

Come avevamo anticipato, la quarta stagione del Dr. House si apre all’insegna dei nuovi arrivi: Gregory House ha bisogno di un nuovo staff ma nulla è mai semplice come può apparire.

Gli autori hanno infatti inserito un meccanismo stile “reality competition” per la selezione dei candidati così il dottor House si trova con ben quaranta aspiranti al titolo di assistente nel suo staff; e invece di scegliere i fortunati tramite una “selezione ordinaria”, ecco che i giovani medici si trasformano in concorrenti di un reality show all’interno di un telefilm.

Da quaranta, i concorrenti rimarranno in tre, grazie ad una vera e propria “sfida in diretta” lunga otto episodi; gli spettatori conoscono i possibili futuri assistenti di House, e assistono alle “prove” a cui vengono sottoposti, un episodio dopo l’altro, e alla conseguente eliminazione di chi non supera i test dell’inimitabile dottore.

I 40 concorrenti, come se non bastasse, non vengono nemmeno chiamati per nome da House che già aveva difficoltà a ricordarsi i nomi dei suoi assistenti quando erano solo in tre; così ognuno di loro indossa un pettorale con un numero, tanto per facilitare le cose. Questa piccola rivoluzione promette di consolidare ancora di più il successo mondiale di Dr. House.

Il successo di Gregory House risiede nel fatto che non rappresenta il classico stereotipo del protagonista dolce e loquace di un telefilm di successo; burbero, irriverente e controverso è un dottore che non crede a nessuno, in particolar modo ai suoi pazienti. Un uomo difficile da gestire per i suoi superiori, un problema costante per i tre collaboratori della sua equipe.

La missione di House non è quella di far guarire i pazienti, il suo vero scopo è quello di sconfiggere la malattia ed in questo probabilmente lui non è secondo a nessuno anche se “in questa edizione", dichiara Hugh Laurie, protagonista della serie, "verrà messo a fuoco un lato più intimo del carattere di House, che io ho adorato interpretare”.

Tutto lascia supporre che Hugh Laurie avrà ancora molto da lavorare nei mesi a venire; dopo un inizio traballante in America, infatti, questa bizzarra serie su di un brillante, ma acido e misantropo, medico ha letteralmente preso fuoco. Il telefilm ha, da allora, raggiunto la posizione n. 4 della Nielsen Top 10, autorevolissima classifica USA.