0 Shares 11 Views
00:00:00
13 Dec

Ballando con le stelle 6, televoto corretto

11 marzo 2010
11 Views

Mentre il caso Crespi continua a rimbalzare pressochè ovunque, Milly Carlucci rilascia un’intervista a Diva e Donna di questa settimana parlando di Ballando con le stelle.

"Ballando rende alla Rai più di quel che costa: abbiamo due telepromozioni e cinque spot a puntata, per dieci puntate. Più il grande introito del televoto"
, dice la Carlucci che spiega anche come vorrebbe fossero divisi gli introiti derivanti dal televoto.

"L’anno scorso fu di un milione e 200 mila euro andati perlopiù a Rai Trade e una fettina a Raiuno. Abbiamo proposto che una parte andasse direttamente alla produzione del programma. Purtroppo pare che non sia possibile. Metà del cast costa molto, ci sono le stelle del titolo, non possono non esserci nel programma. Ma Ballando rende tanto da poter finanziare programmi che rendono di meno ma necessari. Mi piace pensare che anche grazie a noi possono andare in onda i contenuti di Rai Educational, i programmi che parlano di storia che amo tanto".

Poi una riflessione sul televoto: "dopo le polemiche per Sanremo siamo andati a spulciare il nostro televoto. C’è sempre una certa omogeneità tra come è distribuito l’ascolto e le zone di provenienza del televoto: dove siamo più visti siamo anche più televotati. E non ci sono anomalie per cui da una città da dove normalmente arriva un voto improvvisamente arrivano 500 preferenze".

Intanto per quel che riguarda Lorenzo Crespi, nel corso de L’Arena di domenica scorsa la Carlucci ha lasciato aperta una porta per l’attore se vorrà accettare l’invito come ospite insieme agli esclusi dalla gara: lo scopo è calamitare i tanti estimatori dell’attore e farli ricredere dopo quanto dichiarato dallo stesso Crespi.

Vi consigliamo anche