0 Shares 15 Views
00:00:00
14 Dec

Berlusconi telefona a Ballarò e insulta tutti

La Redazione
28 ottobre 2009
15 Views

Dopo la telefonata mai arrivata ad Annozero, Silvio Berlusconi ieri sera ha telefonato a Ballarò per intervenire in diretta prendendo posizione sul caso Mills.

Il premier nel giorno della sentenza d’appello del processo Mills (condanna confermata all’avvocato inglese), ha attaccato senza mezzi termini i giudici e in particolare "i pm comunisti che sono la vera opposizione nel nostro Paese".

"L’anomalia di questo Paese", ha detto Berlusconi, "non sono io, ma i giudici comunisti, che da quando sono entrato in politica mi hanno aggredito con innumerevoli ed infondate iniziative giudiziarie. Ma Silvio Berlusconi è davvero l’imprenditore più criminale di questo mondo?".

Poi se l’è presa anche con il neosegretario del Pd Pier Luigi Bersani: "con lui è tornato il Pci".

Nel suo intervento telefonico, il premier ha anche contestato con forza le "illazioni" che i mass media avrebbero riferito sul suo viaggio in Russia: "sono rimasto con Putin solo per un giorno con l’obiettivo di lavorare positivamente al rilancio delle imprese italiane. E sono partito in ritardo solo per la fitta nebbia". Non è mancato un accenno di Berlusconi alla vicenda Tremonti, incontrato ieri sera ad Arcore: "E’ stato chiarito un equivoco. La politica del rigore non è stata solo una scelta del ministro dell’Economia, ma di tutto il governo. La politica del rigore va coniugata con le esigenze dello sviluppo".

Il Cavaliere ha parlato anche della vicenda di Piero Marrazzo e della telefonata con cui ha avvertito l’ormai ex presidente della regione Lazio del video che lo ritraeva in compagnia di un trans: "l’ho lasciato pienamente libero di decidere le scelte da fare: acquistare il documento dall’agenzia che ce l’aveva oppure denunciare l’intera vicenda alla magistratura".

Il premier non ha fatto sconti neanche nei confronti della televisione pubblica e in particolare della trasmissione di Floris descritta come "il festival della calunnia, della falsità pagato con i soldi dei contribuenti".

Pungenti i botta e risposta tra Berlusconi e Floris: "a proposito, come va la scarlattina?", è stata l’ultima domanda, con il sorriso sulla labbra del conduttore. "Se viene a casa mia sarò felice di attaccargliela…", è stata la replica del Cavaliere.

La telefonata di Berlusconi a Ballarò:

Loading...

Vi consigliamo anche