Channel 4 mostrerà Lady D agonizzante

L’emittente britannica Channel 4 vuole mandare in onda, il prossimo 6 giugno, le immagini della principessa Diana agonizzante nel tunnel dell’Alma il 31 agosto del 1997.

Nonostante le foto siano disponibili da tempo immemorabile, nessuno aveva mai pensato di renderle pubbliche fino a quando a prendere la decisione è stato Channel 4, come riferito dal settimanale Observer.

La rete mostrerà le immagini nel programma Diana: The Witnesses In The Tunnel e tra le foto che saranno rese pubbliche anche quelle in cui la principessa riceve i primi soccorsi con la maschera dell’ossigeno sul volto ormai sfigurato.

Alcune immagini del volto della principessa sarebbero però state oscurate per evitare di ferire la sensibilità dei figli William e Harry e saranno anche mostrate le interviste con i paparazzi e i testimoni accorsi sulla scena dell’incidente.

Immediati i commenti dei vicini a Lady Diana: “sono profondamente scioccato. Non capisco dove vogliano arrivare e perchè considerino necessaria la diffusione di dettagli”, ha detto Patrick Jephson, ex segretario privato di Diana.

“A Channel Four dovrebbero vergognarsi. A quella tv bisognerebbe togliere i fondi pubblici”, ha aggiunto un amico della principessa, lord St. John of Fawsley.

Alle critiche Channel 4 si è difeso senza alcun problema: “il pubblico è davvero interessato a conoscere lo svolgimento dei fatti nell’ora subito dopo lo schianto e le foto prese dai fotografi presenti sul posto sono un importante e accurato documento di prima mano. La gente ha il diritto di vederle. Non crediamo di commettere alcuna intrusione”.

Dieci anni fa, quando Lady D morì, nessuno pensò minimamente di pubblicare quelle foto sconvolgenti per pudore; lo stesso pudore che oggi sembra essere del tutto scomparso e fa si che le immagini della donna morente saranno rese pubbliche, tutti le vedranno e tutti se ne dimenticheranno presto.

Ricordandoci però che la società corre e cresce ma dimentica che il senso di responsabilità e la moralità vanno ben oltre la sete di conoscere e il gossip.