0 Shares 21 Views
00:00:00
13 Dec

Cory Monteith ucciso da un’overdose di eroina e alcol

LaRedazione
17 luglio 2013
21 Views

Il trentunenne attore, stella della popolare serie televisiva Glee, è stato ritrovato nella mattina di sabato scorso senza vita nella sua stanza d’albergo a Vancouver. Le prime analisi sul corpo hanno confermato ciò che si era ipotizzato, un cocktail di eroina ed alcol hanno stroncato la vita di Monteith, che in passato aveva avuto diversi problemi con la dipendenza da sostanze stupefacenti, passando anche un periodo in riabilitazione.

E’ stata un’overdose di sostanze stupefacenti come l’eroina, nonché di alcol, ad uccidere Cory Monteith, la stella di Glee trovata sabato scorso senza vita nella sua stanza d’albergo a Vancouver, in Canada. Una tragedia che ha scosso profondamente non solo il mondo dello show business americano, ma anche quello di tutto il mondo, considerando il successo a livello planetario che Glee ha saputo raggiungere negli ultimi anni.

Il rapporto di Cory Monteith con la droga ed una vita fatta in generale di eccessi non era un mistero. Persino lo stesso attore in alcune interviste aveva ammesso di aver avuto molti problemi al riguardo, e di essere anche stato ricoverato in una clinica per la riabilitazione, dalla quale però aveva giurato di essere uscito ormai guarito, pronto a dedicarsi completamente alla carriera e alla storia d’amore con Lea Michele, collega sul lavoro oltre che sua compagna nella vita, e che aveva sempre offerto un sostegno incondizionato a Monteith nei periodi più difficili della sua dipendenza.

Ciò che non si immaginava è che per la trentunenne star di Glee questi problemi avrebbero potuto rivelarsi fatali da un momento all’altro. Ancora nella serata di venerdì Cory Monteith era stato visto in compagnia di diverse persone, pronto a passare una serata di relax alla fine di un periodo di impegni lavorativi a Vancouver. Per la mattina successiva era infatti prevista la sua partenza dalla città canadese, ma il personale dell’albergo si è insospettito quando l’attore non si è presentato come previsto nella hall per il check out, senza avvertire né tantomeno dare alcuna notizia di sé: da qui la decisione di fare irruzione nella camera di Monteith, nella quale è avvenuto il tragico ritrovamento del suo cadavere.

Immediatamente il pensiero è andato ad una possibile causa del decesso legata all’abuso di sostanze stupefacenti, ma gli inquirenti in prima battuta, con la polizia accorsa immediatamente sul luogo del decesso, non hanno escluso alcun tipo di pista. Già nel giro di poche ore è apparso chiaro però che Monteith non è morto per causa legate ad un possibile delitto, e c’è stato bisogno solo di aspettare le prime analisi per comprendere che è stato un cocktail micidiale di eroina ed alcol a stroncare la vita del giovane attore. Continua nel frattempo la processione di fans di fronte all’albergo teatro della morte di Monteiht, dove vengono lasciati biglietti con frasi di commiato e piccoli regali.

Vi consigliamo anche