Daniele Luttazzi torna in tv grazie a La7

Dopo sei anni di “esilio”, l’irriverente Daniele Luttazzi torna in tv in autunno su La7, l’emittente che ha deciso di dare una nuova opportunità al comico “radiato” dalla televisione in seguito a quello che è stato chiamato editto bulgaro del governo Berlusconi datato 18 aprile 2002.

Luttazzi tornerà in televisione con un one-man show in dieci puntate, a partire da ottobre e in seconda serata, dove potrà dire e fare tutto ciò che vuole senza essere mai censurato.

“In tv hanno paura delle idee”, aveva detto qualche settimana fa Daniele Luttazzi durante la presentazione del suo secondo disco School is boring. “È stata tarpata la mia creatività”, aveva detto il comico alludendo al suo Satyricon, andato in onda su Rai2.

“Io francamente”, ha detto Antonio Campo Dall’Orto, direttore di La7, “credevo che Luttazzi sarebbe tornato in tv solo a patto di essere reintegrato in Rai. Invece, quando ho visto che la Rai non si decideva, l’ho invitato a entrare nella nostra squadra”.

Per quanto riguarda i contenuti, ha aggiunto Campo Dall’Orto “non c’è tanto da fantasticare: sarà una delle cose tipiche di Luttazzi”.

Paura delle querele e degli stacchetti considerati da alcuni di cattivo gusto? “Da noi”, ha detto Campo Dall’Orto, “vige l’anarchia. Ognuno può fare e dire quello che vuole ovviamente nel rispetto degli altri. Come, del resto, fanno Chiambretti, Lerner e Ferrara. Se ci saranno problemi o querele le affronteremo, come abbiamo fatto sempre in passato Negli anni ne abbiamo prese, ma non siamo mai stati condannati”.

Vedremo come reagirà il pubblico al ritorno di Daniele Luttazzi in televisione e se anche questa volta, mettendo paura a qualcuno, non subirà il torto della censura.

Noi intanto vi riproponiamo l’intervista che Daniele Luttazzi fece a Marco Travaglio, durante Satyricon, in occasione dell’uscita in libreria del suo ultimo libro L’odore dei soldi, scritto con Elio Veltri: