0 Shares 8 Views
00:00:00
15 Dec

Digitale terrestre nel Lazio, cos’è

16 giugno 2009
8 Views

Da stanotte anche nel Lazio si accende il segnale del digitale terrestre, già attivo in Sardegna, Valle d’Aosta, Trentino e Alto Adige.

In 166 Comuni (esclusa la provincia di Viterbo) e nelle case di 4,5 milioni di cittadini (2,7 milioni solo nella capitale), Raidue e Retequattro saranno visibili soltanto con il decoder, mentre a novembre toccherà a tutti gli altri canali.

Ma che cos’è il digitale terrestre?
Si tratta di un sistema che diffonde il segnale televisivo adottando la tecnica digitale permettendo un aumento dei programmi disponibili, una migliore qualità video-audio fino all’alta definizione e tantissima interattività.

Per ricevere il segnale del digitale terrestre
basta la comune antenna, senza bisogno di impianti specifici o di parabole, ma serve un decoder da collegare a ciascun televisore, a meno che non si possegga un apparecchio di nuova generazione con il decoder integrato (la cui vendita è obbligatoria dal primo aprile).

Esistono due tipi di decoder: gli zapper, che ricevono solo i canali gratuiti; quelli interattivi, che ricevono anche i canali a pagamento e garantiscono i nuovi servizi del digitale. I prezzi vanno dai 30-40 euro in su. Meglio farsi consigliare dai negozianti o scegliere i decoder con il bollino blu dell’associazione DGTVi. Occhio ai presunti incaricati di vendere decoder certificati porta a porta: la Rai avverte di non avere autorizzato nessuno a iniziative di questo tipo.

Per chi ha più di 65 anni, ha un reddito annuo inferiore ai 10 mila euro ed è in regola con il canone Rai (almeno per il Lazio) il governo ha messo a disposizione un bonus di 50 euro per l’acquisto di un decoder interattivo. Ci si aspettava 100 mila richieste, ne sono arrivate poche migliaia: di qui una campagna ad hoc che sarà lanciata in questi giorni. Per sapere come usufruire del contributo, consultare il sito www.decoder.comunicazioni.it (che contiene anche l’elenco dei rivenditori) o chiamare il numero verde 800.022.000 dal lunedì al sabato, esclusi i giorni festivi, dalle 8 alle 20.

La Sardegna è già ‘all digital’, mentre Valle d’Aosta, Trentino, Alto Adige, Piemonte occidentale hanno attivato lo switch over, cioé hanno spento il segnale analogico di Raidue e Retequattro, fase che toccherà dal 16 giugno al Lazio e dal 10 settembre alla Campania. Lo switch off, cioé lo spegnimento definitivo della tv analogica, scatterà in Valle d’Aosta tra il 14 e il 23 settembre, in Piemonte tra il 24 settembre e il 9 ottobre, in Trentino tra il 15 e il 30 ottobre, in Alto Adige tra il 26 ottobre e il 13 novembre, nel Lazio tra il 16 e il 30 novembre e in Campania tra l’1 e il 16 dicembre.

Per tutte le informazioni è a disposizione il numero verde del ministero 800022000.

Loading...

Vi consigliamo anche