0 Shares 12 Views
00:00:00
17 Dec

Diritti tv calcio, Sky senza dal 2010?

dgmag - 5 novembre 2009
5 novembre 2009
12 Views

Sky potrebbe restare senza partite di calcio nelle stagioni 2010-2011 e 2011-2012? Possibile, se diventerà operativa la decisione della Corte d’Appello di Milano che ha accolto il ricorso dell’emmittente a pagamento Conto Tv relativa all’assegnazione a Sky del pacchetto Platinum Live contenente i diritti trasmissione su satellite in diretta di tutte le partite di calcio di Serie A nelle stagioni 2010/2011 e 2011/2012.

La Corte di appello di Milano ha dunque bloccato l’assegnazione dei diritti televisivi satellitari della serie A 2010-2012 assegnati a Sky e ha vietato alla Lega Calcio di procedere nell’esecuzione del contratto a favore dell’emittente di Rupert Murdoch; la Corte ha anche inibito alla Lega di proseguire nelle trattative per l’assegnazione del pacchetto Platinum Live, contenente i diritti di trasmissione in diretta su satellite di tutte le partite di calcio di serie B delle stesse stagioni.

"Conto Tv questa estate, quando è uscito il bando per l’assegnazione dei diritti tv della Serie A, ha fatto subito un ricorso cautelare al Tribunale di Milano e un esposto all’Antitrust", ha spiegato Marco Crispino, amministratore delegato di Conto Tv, "perchè sulla piattaforma digitale terrestre erano stati predisposti due pacchetti di assegnazioni delle partite mentre per il satellite solamente uno, quello denominato Platinum Live, che di fatto permetteva solo alla pay tv Sky Italia di partecipare al bando escludendo le emittenti piu’ piccole. In quest modo il marchio di Rupert Murdoch diventa ancora piu’ dominante nella piattaforma satellitare in Italia. A questo punto, dopo la pronuncia della Corte d’Appello di Milano, credo che il bando di concorso vada rifatto".

Da Sky fanno sapere che "la vicenda riguarda la Lega e non Sky. Anche se stiamo seguendo la questione con grande attenzione".

La Lega calcio ha invece annunciato che presenterà "immediato reclamo contro il provvedimento cautelare che ritiene carente nelle motivazioni e comunque infondato" in quanto "continua a ritenere di aver realizzato la procedura competitiva nel pieno rispetto della Legge Melandri-Gentiloni, della normativa Antitrust, e dei principi approvati con le Linee Guida".

La sentenza definitiva dell’Antitrust è comunque attesa per maggio 2010 anche se ad oggi Conto tv è in vantaggio sull’emittente di Rupert Murdoch.

Loading...

Vi consigliamo anche