Duro a morire (Burn Notice) su Fox

Affascinante come James Bond, ma senza più licenza di uccidere, duro e determinato come Jack Bauer, ma senza la missione di salvare il mondo e con in più una buona dose di ironia: è Michael Westen, il protagonista di Duro a morire (Burn Notice), la nuova serie che Fox propone a partire dastasera ogni lunedì alle 21.15 e alle 22.05 in anteprima in Italia.

Duro a morire (Burn Notice) mescola azione e adrenalina, sparatorie e inseguimenti, con tanta ironia e uno stile di regia innovativo e sui generis, strizzando l’occhio a Miami Vice e Magnum PI.

L’attore protagonista è Jeffrey Donovan nella parte della spia Michael Westen, un ex agente segreto senza licenza di uccidere che, dopo aver scoperto di essere stato bruciato si ritrova nella natia Miami senza più un un lavoro e cerca di mettersi in contatto con alcuni dei suoi ex colleghi per scoprire chi ha deciso di farlo fuori.

Dopo 10 anni di servizio come agente segreto in giro per il mondo, Michael si ritrova ad avere a che fare non solo la sua nuova condizione di disoccupato, ma soprattutto con la presenza ingombrante dell’ipocondriaca madre Madelin Westen (Sharon Gless), alla quale non par vero che suo figlio sia finalmente tornato a casa, e che come se non bastasse gli procura una serie di investigazioni private estreme e rischiose e molto poco redditizie.

Ad aiutare Michael l’ex fidanzata Fiona Glenanne (Gabrielle Anwar) nonché ex agente operativo dell’IRA e l’amico Sam Axe (Bruce Campbell), ex contatto dell’inteligence militare e informatore dei federali.


Duro a Morire (Burn Notice) ha ricevuto ottime critiche
da Variety che l’ha descritta come una serie che ha piacevolmente sorpreso il pubblico USA, definendo il protagonista Jeffrey Donovan come un uomo che ha del fascino da vendere.