0 Shares 10 Views
00:00:00
15 Dec

Elezioni regionali nel Lazio e in Lombardia il 10 e 11 febbraio 2013

14 novembre 2012
10 Views

E' stata finalmente svelata la data delle prossime elezioni regionali che si terrano nel Lazio, in Molise e in Lombardia il 10 e 11 febbraio 2013: a deciderlo è stato il Ministero dell'Interno che ha invitato alla convocazione dei comizi in Lombardia e Molise e ha chiesto che la dimissionaria governatrice del Lazio Renata Polverini indica le elezioni tramite decreto.

Salta dunque qualsiasi ipotesi di election day che avrebbe permesso di accorpare in una sola data, presumibilmente il 7 aprile 2013, tutte le elezioni previste per il prossimo anno e che avrebbe permesso in primis di risparmiare e poi anche di evitare un alto tasso di astensionismo come quello che si è registrato in Sicilia lo scorso mese in occasione delle elezioni regionali.

Il Lazio è una delle regioni a cui spetta la competenza di decidere autonomamente quando andare a votare mentre Lombardia e Lazio sono sottoposte alle decisioni del Ministero dell'Interno; tutte e tre le regioni sono attualmente senza consiglio regionale in quanto in tutti e tre i casi le giunte si sono sciolte alla fine di settembre per motivi politici (Lazio e Lombardia) e per una sentenza del Consiglio di Stato (Molise).

La decisione di votare a febbraio è stata fortemente voluta da alcuni esponenti che hanno chiesto espressamente che si andasse al voto in Lombardia e nel Lazio in anticipo rispetto alle elezioni politiche e amministrative di aprile proprio perché le due regioni sono fondamentali nello scacchiere italiano e perdere tempo avrebbe significato uno spreco significativo di soldi pubblici, più di quelli spesi per la tornata elettorale separata.

Nel Lazio la caduta della giunta Polverini è stata determinata dalla scoperta da parte della Guardia di Finanza di un patrimonio pari ad un milione e 300 mila euro riconducibile all'attività illecita di sottrazione dei fondi del gruppo Pdl in Regione; in Lombardia la caduta è stata determinata invece da una serie di scandali che hanno coinvolti consiglieri, assessori e tutto il Pirellone.

Loading...

Vi consigliamo anche