0 Shares 15 Views 1 Comments
00:00:00
13 Dec

Federico Bianco – La Pupa e il Secchione 2

18 aprile 2010
15 Views 1

Età: 26
Luogo di nascita: Asti
Vive a: Asti
Stato civile: celibe
Altezza: 183 cm
Peso: 61 Kg
Studi effettuati: Laurea di I livello in Scienze della comunicazione, in fase di scrittura della tesi specialistica in Comunicazione multimediale e di massa presso l’Università degli Studi di Torino
Lavoro: studente
Hobby: fumetti, animazione, videogames, cinema, giochi di ruolo, lettura.
Sport: nessuno

Affascinato dallo studio, ha da sempre una predilezione per la linguistica, la semiotica e la letteratura. Si definisce intelligente, zelante e un gran conoscitore della cultura in generale, non ama fare shopping, compra vestiti una o due volte l’anno, sempre senza andare oltre gli scaffali di jeans e magliette, tutt’al più una camicia per le occasioni formali. Cinefilo e con una smodata passione per Paolo Villaggio, si descrive come un testardo che spesso si impunta per questioni di principio, al primo approccio tende ad essere distaccato, risultando arrogante, freddo o burbero. Sente di essere diverso rispetto ai suoi coetanei, perché non ama le discoteche e i locali notturni.

Federico non ha un legame sentimentale, ma dice di aver conosciuto l’amore vero, quello che lo ha reso meno cinico: una storia importante, l’unica, con una ragazza di un’altra città, per questo vissuta soprattutto attraverso internet, durata quasi un anno e finita ad ottobre. Per lui l’amore è la condivisione di ideali e valori comuni, mentre il sesso è la traduzione fisica di un sentimento che implica un livello molto alto di fiducia nell’altro, oltre che una pulsione biologica e una necessità psichica.

Non segue e non pratica sport, anche se è affascinato dalla filosofia delle arti marziali alle quali ha tentato di approcciarsi, così come ad altre discipline, ma con risultati piuttosto deludenti. Ha una vera e propria passione per i videogames, tanto che gli sarebbe difficile farne a meno. La sua serata ideale? A casa con film e videogiochi.

Ha deciso di partecipare a “la Pupa e il Secchione” perché la ritiene un’occasione per imparare qualcosa su se stesso e sul mondo.

Vi consigliamo anche