Fiction adolescenziali, Moccia fa scuola

Sono le fiction adolescenziali a tenere banco al Premio Saint-Vincent: sia Mediaset che Rai hanno infatti presentato due prodotti che arriveranno n primavera e strizzano l’occhio alle tanto amate avventure raccontate da Federico Moccia.

Canale 5 ha presentato I Liceali, fiction in sei puntate che andrà in onda ad aprile e che racconta dell’idealista professor Cicerino (Giorgio Tirabassi), che dalla provincia ottiene il trasferimento in un liceo di Roma; qui, mentre si intrecciano le storie dei ragazzi, gli amori della figlia adolescente e le vicende del ricco ma triste Rizzo, il professore cerca di dare una scossa alla vita dei colleghi, prima fra tutte la professoressa di storia dell’arte, Enrica Sabbatini (Claudia Pandolfi).

Liberamente ispirato al personaggio di Jack Frusciante è invece Noi due, prodotto in onda su Rai 2: i protagonisti Jack (Federico Costantini) e Greta (Giulia Steigerwalt) sono belli, romantici e innocenti.
Jack corre in moto, difende gli amici a proprio rischio e pericolo, si innamora di una ragazza ricca e lotta con il suo rivale di sempre; la malattia congenita e l’esigenza di una delicata operazione al cuore smusserà il carattere spigoloso dei ragazzi, trovando un nuovo equilibrio anche rispetto alle tensioni che si respirano in entrambe le famiglie

In entrambi i casi, i luoghi comuni si sprecano, le banalità anche ma si tratta di prodotti destinati e pensati per un pubblico adolescenziale; in special modo Noi due mira a far recuperare ascolti a Rai 2 mentre I liceali, come tutti i prodotti di Valsecchi, cerca di accalappiare anche le famiglie.

Chi vincerà non si sa; quel che è certo è che il filone inaugurato da Federico Moccia funziona e fa proseliti. E non sappiamo se si tratti di un male o di un bene per l’Italia.