0 Shares 10 Views
00:00:00
11 Dec

Fiction: la leggenda di Adriano Olivetti il 28 e 29 ottobre su Rai1

LaRedazione
18 ottobre 2013
10 Views

L’eccellenza dell’imprenditoria italiana arriva in tv con Adriano Olivetti – La forza di un sogno. Protagonista nei panni dell’imprenditore Olivetti sarà Luca Zingaretti, conosciuto ed amato dal pubblico soprattutto per aver vestito i panni del Commissario Montalbano.

La regia, invece, è affidata a Michele Soavi che dell’imprenditore di Ivrea – considerato un po’ lo Steve Jobs nostrano – è proprio il vero nipote. A presenziare alla conferenza stampa anche la nipote di Olivetti nonché Presidente della Fondazione a lui intitolata.

La storia raccontata è quella della vita dell’imprenditore, considerato un innovatore assoluto sia per l’invenzione della macchina da scrivere fra le più famose al mondo – la mitica Lettera 22 – sia per il rapporto con i suoi dipendenti. La sua vita è raccontata con i toni un po’ epici di vicende storiche che, però, sono realmente accadute, puntando l’attenzione soprattutto sull’eccezionalità della sua inventiva e i tanti nemici che la sua visione moderna del lavoro e della vita, inevitabilmente, gli hanno procurato.

In particolare, i nemici nella fiction sono incarnati dai servizi segreti americani (è Stefania Rocca ad interpretare l’agente americano che lo spia), preoccupati per le sue idee considerate troppo comuniste.
Le vicende si dipanano partendo dalla fine della storia. E’ il 1960 quando la nuova invenzione della Olivetti, il calcolatore elettronico a transistor, sta per essere messa sul mercato. Ma l’ingegnere – come lo chiamavano tutti – non vedrà mai questo momento perché il 27 Febbraio muore di infarto a soli 59 anni mentre è in treno per raggiungere Losanna. Da qui, con vari flashback, si ripercorre la storia di tutta la sua vita e della sua famiglia partendo da quando a soli 12 anni fa il suo ingresso in fabbrica.

La fiction insiste molto sul rapporto che l’imprenditore seppe creare con i suoi dipendenti, dall’impiegato all’ingegnere progettista all’ultimo degli operai, incentrato sull’idea che prima di tutto ogni lavoratore fosse una persona e come tale dovesse essere trattato con equità e, soprattutto, rispetto.

Momento toccante della presentazione della miniserie tutta italiana, quando Luca Zingaretti ha letto una toccante lettera scritta dal nipote di un vecchio operaio della Olivetti che spiega come, in un periodo di crisi economica e di altissima disoccupazione come quella che ci troviamo a vivere, Adriano Olivetti resti un esempio da seguire perchè grazie alle sue idee è riuscito a cambiare per sempre il rapporto tra imprenditore ed operai.

La miniserie – coproduzione di Telecom Italia, Rai Fiction e la Casanova Multimedia dell’ex attore Luca Barbareschi – andrà in onda su Rai 1 in prima serata lunedì 28 e martedì 29 Ottobre.

 

Vi consigliamo anche