Finito lo sciopero ad Hollywood

Dopo tre mesi di protesta pare avviarsi alla conclusione lo sciopero degli sceneggiatori di Hollywood che ha paralizzato tutte le produzioni televisive americane.

Il sindacato degli sceneggiatori ha infatti trovato un accordo per quanto riguarda il questione del pagamento degli sceneggiatori quando il loro lavoro finisce su Internet; nonostante il sindacato non ritenga comunque il nuovo contratto il massimo, è comunque la soluzione migliore per tutti.

"Nonostante l’accordo non sia nè perfetto nè tutto quello che ognuno di noi merita per le interminabili ore di duro lavoro e sacrificio, il nostro sciopero è stato un successo", hanno scritto in un comunicato congiunto Patric Verrone e Michael Winship, presidenti di Wga West e Wga Est, le organizzazioni sindacali che riuniscono gli sceneggiatori della costa ovest e della costa est degli Usa.

Grazie all’accordo sono stati così scongiurati i pericoli legati al possibile boicottaggio della cerimonia degli Oscar prevista per fine febbraio dopo che già lo sciopero aveva messo in discussione quella dei Golden Globe.

Lo sciopero degli oltre 10.000 sceneggiatori di cinema e tv Usa era iniziato ai primi di novembre; la situazione dovrebbe tornare normale a partire da mercoledì, visto che martedì è in programma una assemblea con la ratifica dell’accordo raggiunto tra sindacati e produttori.