0 Shares 29 Views
00:00:00
18 Dec

Franca Rame è morta oggi a Milano

Lea Stazi - 29 maggio 2013
29 maggio 2013
29 Views

Si è spenta a Milano l’attrice Franca Rame, moglie e collega di Dario Fo. Aveva quasi 84 anni ed era da tempo malata. Nell’aprile 2012 già era stata colpita da un ictus che l’aveva costretta ad un ricovero urgente nel Policlinico di Milano.

Ci ha lasciato un’icona dello scenario politico di fine anni ’60. Una fervente sostenitrice del femminismo italiano. Rapita e stuprata da militanti di estrema destra nel 1973, non ha mai dimenticato lo smacco ricevuto soprattutto per la lunga ed avvilente durata del processo: ben 25 anni ci sono voluti per chiuderlo! A ricordare questo tragico evento, nel 1981 porta in scena il monologo: Lo stupro.

L’Aula di Montecitorio le ha reso omaggio con un applauso corale, dopo l’intervento fatto dall’esponente Pd Barbara Pollastrini che ne ha annunciato la morte.

Moglie di un premio Nobel, militante di sinistra da sempre, ha passato la sua vita dedicandosi al teatro e soprattutto all’impegno civile. Con il marito ha condiviso questo ponte tra spettacolo e politica dal 1954, data del loro matrimonio.

Franca Rame aveva la recitazione nel sangue! Fin da neonata compare nelle commedie allestite dalla famiglia; ma il debutto vero e proprio arriva negli anni ’50 quando, con la sorella, fa parte del cast di Marcello Marchesi in 'Ghe pensi mi'. L’esuberante Rame, senza inibizioni, si fa beffa della censura politica imposta negli anni ’70 e viene sbattuta fuori da Canzonissima, un esilio Rai che durerà fino al 1977: anno in cui Raidue inizierà a trasmettere le sue commedie.

Una donna di successo che si è impegnata a livello politico, ricevendo nel 1999 la laurea honoris causa da parte dell’Università di Wolverhampton insieme al marito. Alle elezioni del 2006 si era candidata capolista al senato in Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana ed Umbria tra le file dell’Italia dei Valori. Verrà poi eletta senatrice in Piemonte.

Simbolico: proprio ieri la Camera dei Deputati, presieduta da una donna, ha approvato la ratifica della Convenzione del Consiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta nei confronti delle donne e la violenza domestica, e oggi la debolezza del corpo di Franca Rame ha vinto sulla forza del suo spirito, ed ha portato via fisicamente una donna dal carisma eccezionale che non scomparirà certamente dalla mente di chi l’ha vissuta in prima persona e di chi la vivrà anche solo per sentito dire.

Ciao Franca.

Lea Stazi

Loading...

Vi consigliamo anche