0 Shares 9 Views
00:00:00
17 Dec

Franco Battiato a Chiambretti Night contro X Factor e la politica

dgmag - 18 novembre 2009
18 novembre 2009
9 Views

Quando appare in televisione Franco Battiato è davvero una festa e così stasera a Chiambretti Night si prospetta una serata scintillante, grazie anche alla presenza del cantautore che con le sue dichiarazioni farà certamente discutere.

Si tratta della prima apparizione del cantante sulle Reti Mediaset dal lontano 1998 e per questo, sollecitato da Piero Chiambretti, Battiato è intervenuto a tutto campo partendo dal binomio musica-politica: "la musica non si dovrebbe occupare di politica. Da cittadino però talvolta bisogna criticare chi ci governa. Io non sono politicamente impegnato, lo sono umanamente. La vicenda Marrazzo? E’ l’arroganza che ti fa dimenticare che lavori per la gente che paga le tasse. Noi siamo considerati dei servi…".

Se Battiato si trincera su un significativo "No Comment" a proposito del via libera alle canzoni in dialetto al prossimo Festival di Sanremo, non nasconde il diniego per un programma come X-Factor: "non ci andrei mai. E’ una trasmissione che ho visto 5 minuti perchè me lo ha chiesto il mio amico Morgan. Bisogna avere quell’amore per la competizione che non ho".

Il cantante siciliano, che ha da poco dato alle stampe il CD Inneres Auge, non si è infine sottratto a parlare di temi come la morte ("sto cercando di non averne paura. Credo nella sopravvivenza e nella reincarnazione. Come dicono i grandi maestri tibetani, la nascita nel corpo umano è un grande regalo"), il sesso e l’astinenza ("mi divido tra il sesso e la castità, ma il primo purtroppo ha sempre la meglio"), la meditazione ("la pratico 2 volte al giorno in veranda"). Per poi rivelare, a proposito dei suoi esordi con Giorgio Gaber: "ho convinto io Ombretta Colli a cantare".

Un appuntamento tutto da seguire stasera in terza serata su Italia 1.

Loading...

Vi consigliamo anche