Gf8, Silvia si confida con Roberto

Silvia, al terzo giorno di permanenza nella casa di Grande Fratello, racconta il suo percorso di vita a Roberto, il concorrente che, già ribattezzato il Cumenda, ha dimostrato un vero interesse per la ragazza di Gallarate.

Il 24 gennaio, intorno alle 21, prima che i ragazzi si riunissero nella tenda-cucina per la cena, i due concorrenti hanno affrontato un discorso molto complesso e, confidandosi alcuni aspetti particolari dei propri caratteri, hanno iniziato a sfiorare discorsi riguardanti la sessualità.

Interrotti ripetutamente e invitati a sedersi a tavola, hanno ripreso la conversazione dopo cena, nell’attrezzeria dove Silvia ha raccontato in modo molto delicato la propria storia: “io sono un ex transessuale, perché trans vuol dire attraversare, essere in una fase transitoria ed io non lo sono più. Prima ero un uomo e adesso sono diventata donna a tutti gli effetti. Mentre una volta mi sentivo un bruco dentro il bozzolo, ora posso dire di essere una farfalla”.

Il ragazzo milanese, che nei giorni scorsi aveva più volte fatto apprezzamenti positivi su Silvia, definendola “una bellissima donna”, non è apparso per niente sorpreso dalla confessione, ma ha dimostrato una sana e partecipata curiosità per il percorso psicologico e fisico che è stato ed è alla base del cambiamento di Silvia.

“Dio mi ha creato ed io mi sono plasmata", ha affermato la truccatrice di Gallarate, cercando anche di sdrammatizzare la serietà dell’argomento. "La forza della mente vince su tutto e influenza anche il corpo. Non è un cambiare la natura, ma un palsmarla, perché per certe cose devi essere predisposta, devi avere un patrimonio genetico che ti aiuta in questo. Ad esempio io non ho fatto nessuna plastica facciale. Non so dirti se si può affermare che si diventa donne al 100%, ma di sicuro si scoprono tante cose delle donne che da uomo non immagini neanche. Mi sento come se avessi 5 anni, perché da 5 anni sono la Silvia che vedi adesso, per cui ho ancora molte cose da imparare e sperimentare”.