Il ballo delle debuttanti, prima puntata

E’ iniziato uno dei più attesi programmi della nuova stagione televisiva targata Mediaset, Il ballo delle debuttanti, prodotto dalla Fascino di Maria De Filippi e condotto da Rita Dalla Chiesa.

Due le squadre che hanno iniziato a sfidarsi: Pop, rappresentata da Bill Goodson, che ha scelto come cadetti Danilo De Lorenzo, Kris Jobson, Raffaele Casuccio, Francesco Mariottini e Arduino Bertoncello e come aspiranti debuttanti Isabella, Giorgia, Fabiola, Giulietta, Elena e Beatrice e Chic che, capitanata dall’etoile Gheorge Iancu e con i cadetti Francesco De Simone (ex ballerino di Amici), Kledi Kadiu, Josè Perez, Leon Cino e Stefano Pistolato ha come debuttanti Maria, Caterina, Giulia, Monia, Jessica e Marta Mafalda.

All’inizio della trasmissione la Dalla Chiesa, all’interno di una sontuosa scenografia e dopo aver fatto sapere che hanno scritto per partecipare ai casting almeno 10.000 ragazze, presenta le due squadre, Chic e Pop; dopo gli Rvm che mostrano la vita delle ragazze, che sono state alloggiate in due appartamenti diversi (come mai questo ci ricorda altro già visto?),  accompagnate dai rispettivi cadetti, arrivano le ragazze della squadra Chic vestite in abito da sera nero con i partner in smoking. E’ poi la volta delle ragazze della squadra Pop con abiti in bianco e nero e cadetti in giubbino di jeans.

Viene prima inquadrata la Giuria d’eccezione e poi presentate L’Orchestra formata dal Maestro Pica e le rappresentanti delle due squadre che, non poteva non accadere, provengono proprio da Amici: Alessandra Celentano per la Chic e Claudia Rossi per la Pop.

Si parte con le prove, in perfetto stile Amici: il walzer che le ragazze Chic ballano con Kledi Kadiu, Leon Cino e Francesco De Simone in divisa di ordinanza e le ragazze Pop in versione anomala con i cadetti Arduino Bertoncello, Francesco Mariottini e Kris Jobson.

Battibecchi tra la giuria (non poteva mancare no?) e le prime immancabili carte stile Amici, cosa che tutti si aspettavano.

Seconda prova, Stili a Confronto: se la vita fosse un ballo per Iancu sarebbe un tango passionale, per Goodson una samba tribale.

Iancu annuncia che ha scelto Marta Mafalda che ballerà con Josè mentre Bill sceglie invece Isabella che balla con Kris, Francesco, Arduino e Danilo; prime polemiche causate dalla giurata Ida Pezzotti che ricorda da vicino la Celentano di Amici e che, chiaramente, diventerà a breve il catalizzatore dell’intera trasmissione.

Aggiornamento del televoto e vantaggio per la squadra Chic
e ancora risse verbali tra la giuria aristocratica e quella popolare.

La terza prova riguarda il vestiario scelto per ballare una rumba sotto la musica di Amado Mio: ogni ragazza ha avuto a disposizione 50 abiti tra cui scegliere quello per questa sera.

Prima protagonista Caterina della squadra Chic, in abito nero con lungo strascico, con Josè e Stefano in frac e papillon bianco; Fabiola della squadra Pop invece balla con Raffele e si presenta con un abito di paillettes molto provocante mentre il ragazzo indossa papillon e abito giallo senza giacca.

Pubblicità e ancora risultato del televoto, ancora preceduto da polemiche roventi che però la Dalla Chiesa in qualche modo riesce a spegnere: questa volta la prevalenza va alla squadra Pop.

Quarta prova, il giorno del matrimonio: Iancu propone un’immagine tradizionale del giorno del matrimonio con Maria della squadra Chic in abito bianco che balla con Francesco sotto una pioggia di petali di rosa. Bill fa ballare Beatrice per la squadra Pop e la veste con un abito bianco, un diadema in testa e la pancia ad indicare la gravidanza in corso. Polemiche accesissime sulla questione verginità o meno prima del matrimonio e, dopo la pubblicità, ancora televoto parziale in cui prevale la squadra Pop.

Quinta prova della serata, la polka: Iancu sceglie Jessica e Maria che ballano, di bianco vestite, con Kledi e Francesco. Bill sceglie invece Isabella, Giorgia e Beatrice accompagnate da Kris, Danilo e Raffaele e una tenuta decisamente più informale, con abito tirolese ammiccante e provocatoriamente alzato dietro e uomini a torso nudo.

Ultima prova, hip hop: Iancu sceglie Giulia insieme a Leon e Stefano, Bill manda in pista Elena che balla con Danilo, Raffaele e Arduino.

Si chiude il televoto che assegna la vittoria per la prima puntata alla squadra Pop con il 59% dei voti; Bill è chiamato a scegliere la ragazza della squadra Chic che deve abbandonare il programma dopo aver aperto una busta preparata da Iancu che contiene i nomi delle due ragazze che lui vorrebbe fossero salvate.

Bill sceglie Giulia che non è tra i nomi in busta e dunque è la prima concorrente a lasciare Il ballo delle debuttanti.

Impressioni a caldo? Siamo di fronte ad un nuovo modo di concepire Amici e si vede: tra risse, battibecchi, tipologia delle prove e struttura del programma, Il ballo delle debuttanti cambia veste ad Amici ma da questo attinge molto, moltissimo. Troppo.