Il maresciallo Rocca torna su Rai 1

Il maresciallo dei Carabinieri più amato dal pubblico italiano, interpretato da Gigi Proietti, torna in tv per risolvere, con la sua passione e tenacia, due casi legati tra loro da un misterioso filo: a Roma la strana morte di un ciabattino mentre a Viterbo gli spari che spezzano la vita di un ragazzo. Due tragedie legate da un filo misterioso. Lo stesso filo in cui si impigliano il passato e il presente del Maresciallo Rocca.

Rocca con saggezza ed intuito riuscirà a ricondurre tutti questi fatti ad un’unica dolorosa matrice ma per fortuna c’è chi lo aiuta: la sua famiglia, il solido rapporto con gli uomini della stazione, la sua autoironia e soprattutto la conoscenza delle debolezze umane.

Giovanni Rocca torna, questa volta, in compagnia del suo amico d’infanzia Benedetto, alias Giancarlo Giannini.

La nuova fiction Il Maresciallo Rocca e l’amico d’infanzia, in onda in prima serata su Raiuno lunedì 3 e martedì 4 marzo, è una novità sotto molti punti di vista. Il formato, per la prima volta, è quello della miniserie: un film in due puntate, di impianto cinematografico e di grande spettacolarità, girato in pellicola 35mm (e non 16 mm come per le serie precedenti) per esaltare la qualità dell’immagine e il fascino delle ambientazioni, da Viterbo a Roma. La storia, sempre per la prima volta, si basa su un’opera letteraria.

Con Giancarlo Giannini fanno ingresso nella fiction anche Caterina Vertova e Mario Scaccia, mentre il resto del cast tradizionale della serie rimane immutato: da Veronica Pivetti a Sergio Fiorentini, da Mattia Sbragia a Paolo Gasparini, a Roberto Accornero, Angelo Sorino, Massimiliano Pazzaglia.

Il giallo che Rocca deve risolvere è complicato, ricco di implicazioni anche personali: la miniserie ha un taglio moderno e un ritmo veloce, alternando agli irresistibili momenti di commedia molta suspense, fino all’inattesa svolta finale.