0 Shares 17 Views
00:00:00
16 Dec

Io e Mio Figlio, Lando Buzzanca torna su Rai 1

dgmag - 9 gennaio 2010
9 gennaio 2010
17 Views

Io e Mio Figlio – Nuove storie per il Commissario Vivaldi è una serie in 6 puntate per Rai 1 diretta da Luciano Odorisio; tra gli interpreti principali Lando Buzzanca con Caterina Vertova, Giovanni Scifoni, Sergio Sivori, Giuseppe Schisano, Morgana Forcella, Alessandra Celi, Ornella Bonaccorsi, Renato Marotta, e la partecipazione di Luigi Maria Burruano e Daniela Poggi.

Le riprese si sono svolte principalmente a Trieste, dove è ambientata la storia, tra aprile e settembre 2008, per un totale di circa 24 settimane di lavorazione.

Lando Buzzanca esordì con questo personaggio di commissario all’antica, patriarcale e conservatore che durante un’indagine scopre l’omosessualità di suo figlio anch’egli poliziotto, nella miniserie intitolata Mio Figlio, che fu un grande successo nel gennaio 2005 e che aprì un interessante dibattito su alcuni argomenti importanti.

A proposito del suo commissario, Buzzanca allora dichiarava: "il mio personaggio, il commissario Federico Vivaldi, è un uomo pragmatico, conservatore ma pieno di ironia, e quando scopre che suo figlio è omosessuale riceve il classico pugno nello stomaco per una realtà che non vuole accettare. Lo aiuterà molto la sua ex moglie (Caterina Vertova) con cui ha mantenuto un rapporto profondo"

"Vivaldi", continua oggi Buzzanca, "è molto diverso dal poliziotto che si vede di solito, un po’ sul tipo del Maigret di Gino Cervi. Naturalmente rivisitato in chiave moderna, ma con le stesse caratteristiche: un uomo con un’anima, intelligente, con un grande coraggio, che affronta il suo lavoro senza mai dimenticare l’aspetto umano, sempre tenendo presente che ha davanti uomini o donne che non sono criminali prima ancora di giudicarli. Il suo grande dolore però, accettata ormai l’omosessualità di suo figlio, è quello di non poter avere un nipotino".

Trama delle prime tre puntate.

Prima puntata:
Nuovi arrivi al Commissariato di Trieste affiancano la squadra già affiatata della serie precedente. Mentre il Commissario Federico Vivaldi (Lando Buzzanca) vive ancora con qualche pregiudizio e timore l’omosessualità del figlio Stefano (Giovanni Scifoni), il giovane poliziotto è alla ricerca della stima e dell’ammirazione paterna. La misteriosa scomparsa di una coppia di coniugi impegna il Commissario Vivaldi, quando il mare restituisce il corpo della donna è il figlio David (Angelo Pisani), da tempo in conflitto con la madre per una questione di denaro, il principale sospettato. Ma le investigazioni svelano presto un rapimento montato ad arte e una verità molto più agghiacciante del previsto…Intanto, per una serie di circostanze, la morte improvvisa del Professor Sangermano scatena un rinnovato interesse su un caso di quindici anni prima: il rapimento della giovane Irene Ferrer. Il Commissario Vivaldi scopre che Sangermano prima di morire stava lavorando a misteriose e complesse equazioni che sembrano interessare a qualcuno…

Seconda puntata:
Le strade di Trieste diventano teatro di una rapina ai danni della storica gioielleria Abete dove, in un conflitto a fuoco, perde la vita il figlio del titolare. Nicola Pinto (Alberto Gimignani), alla guida del furgone portavalori assaltato dai rapinatori, è al centro delle indagini: rimasto illeso nella sparatoria è un uomo con il vizio del videopoker e per questo con molti debiti. Mentre Salvatore (Luigi M. Burruano) sembra essere coinvolto più del dovuto nel caso della morte di Sangermano, il Commissario Vivaldi (Lando Buzzanca) e la sua ex-moglie Laura (Caterina Vertova) tornano a vivere insieme. Vivaldi interroga Yuri (Paolo Romio) sulle misteriose equazioni e fa conoscenza con Eva Ferrer (Elena Bouryka), tornata a Trieste quindici anni dopo il rapimento della sorella.

Terza puntata:
La riapertura del caso Ferrer impegna il Commissario Vivaldi (Lando Buzzanca) e la sua squadra: le coordinate geografiche risultanti dalla seconda equazione portano a scavare sul Carso, dove vengono alla luce i resti di un corpo umano.Mentre Salvatore (Luigi M. Burruano) è sotto inchiesta, la Scientifica svela che Sangermano non è morto per cause naturali, è stato assassinato. Ma chi aveva interesse a ucciderlo? Nel frattempo l’attività ordinaria continua: l’assassinio del proprietario di un autosalone sembra spiegarsi con la pista passionale. Claudia (Anna Ammirati), la compagna della vittima, ha un ex fidanzato che non accetta l’idea di averla persa, si chiama Pietro (Christian Marazziti) un uomo assillante e violento. Ma le indagini della squadra di Vivaldi portano ben presto a scoprire che nemmeno la vittima era uno stinco di santo…

Loading...

Vi consigliamo anche