Isola dei Famosi 6: Belen si ferisce

A quasi due settimane dall’inizio de l’Isola dei Famosi 6, con un ritiro e un’eliminazione già archiviati, arrivano i primi infortuni.

A cedere è il fisico della bella Belen Rodriguez che, correndo, è finita contro una lamiera e si è tagliata una gamba; senza perdersi particolarmente d’animo la ragazza ha solo chiesto che le venissero applicati dei punti di sutura che alla fine della fiera saranno 7 e che le impediranno di farsi il bagno in mare per almeno 7 giorni.

Lo scontento dei naufraghi cresce di giorno in giorno con Michi Gioia, in nomination, che si lamenta per il trattamento ricevuto da parte dei compagni e da parte di Simona Ventura: secondo la Gioia la conduttrice le avrebbe mancato di rispetto quando, lunedì sera, dopo aver appreso che Flavia Vento sarebbe stata nuovamente in nomination le chiesto di resistere e di non lasciarsi abbattere.

Flavia intanto continua ad essere preoccupata piuttosto per la falsità di Belen e Veridiana che, da quando ha passato la nomination, si comportano in maniera molto più amicale con la rivale; lei dice di non cascarci e di non poterle perdonare ma per il momento sta zitta e aspetta.

Belen intanto viene ritenuta da molti la vera stratega del gruppo: Leonardo e Massimo sono, secondo Michi e Flavia, trascinati da Belen e automaticamente trascinanco anche Antonio Cabrini che segue sempre Ciavarro.

Dalle parole si passa ai fatti e alla fine tra Michi e Belen è litigio: l’argentina insulta pesantemente la milanese ("Vecchia", le dice) e la milanese sposta il confronto sulla differenza di classe sociale ("Se solo avessi fatto un quarto delle cose che ho fatto io…").

Intanto a Laguna Cacao piove e Giucas Casella, trasferitosi con i non famosi, si dimostra davvero poco a suo agio a differenza di Carlo che tra i famosi si sente quasi meglio, avendo trovato in Flavia Vento una vera e propria alleata-confidente.

Vladimir Luxuria, in confessionale, parla di Carlo: "certo è logorroico, ma non è spiacevole! E’ un incrocio tra Enzo Paolo Turchi, un babbuino e uno sciamano".

E su questa dichiarazione non possiamo non concludere..