Isola dei Famosi 6: Flavia Vento si racconta

Già protagonista, per pochissime puntate, del discusso reality La Fattoria, Flavia Vento sarà una delle naufraghe protagoniste, in Honduras da settembre, de L’Isola dei Famosi.

E così, complice la calura estiva, la mancanza di notizie e la necessità di dare spazio ai prossimi protagonisti della tv italiana, arriva la prima intervista "ufficiale" della Vento, rilasciata a Il Giornale.

Nel corso dell’intervista, Flavia Vento dichiara di essersi data da fare in tv, nella musica e come modella: "in tv ho fatto fiction e ho presentato programmi. Ho inciso un singolo, ma la carriera l’ho iniziata come modella. Quindi…".

E anche la laurea, tanto sbandierata e mai presa, diventa oggetto dell’intervista con la Vento che dice di essersi "soltanto iscritta a Scienze politiche. Dopo due o tre esami mi sono accorta che non mi andava più di studiare".

Adesso si dice pronta per partire all’avventura, rinnegando del tutto l’esperienza de La Fattoria con Daria Bignardi: "mi faceva schifo tutto. Non mi piacevano gli altri concorrenti e gli animali maltrattati, tipo i cani legati alla catena. Credevo fosse un programma carino, invece ho trovato il massimo del trash. Così ho salutato la compagnia, mica avevo bisogno dei loro soldi".

A spaventarla di più, in vista dell’avventura in Honduras, è la fame anche se "un mese e mezzo di digiuno non è la fine del mondo"; e a mancarle di più saranno invece gli spaghetti alle vongole e il risotto agli scampi, il telefonino e i suoi tre cani Fabrizia, Piri e Nanà.

In valigia metterà "una maglietta, una tuta e due costumi" ma anche "l’Odissea".

Parla anche dei futuri compagni sostenendo che non ci sarà gelosia tra lei e le altre concorrenti femminili, Belen e Veridiana, perchè "siamo carine tutte e tre. Io ho begli occhi, un bel sorriso, belle gambe. Invidio il seno di Belen e le gambe di Veridiana".

Secondo la Vento vincerà Tumiotto perchè il programma è "nel suo elemento" mentre a lei basterebbe "durare due settimane. Se poi mi stufo, anche meno".

La Fattoria docet…