0 Shares 9 Views
00:00:00
14 Dec

L’Era Glaciale censura Vauro in maniera grottesca

La Redazione
10 maggio 2009
9 Views

Nuovo caso in casa Rai: chi ha avuto modo di seguire L’era glaciale di venerdì scorso avrà infatti notato che invece delle 4 interviate annunciate dalla Bignardi in apertura di puntata ne sono andate in onda solo 3.

Il ministro Luca Zaia ha parlato, Sergio Castellitto ha parlato e Neri Marcorè anche; mancavano all’appello Vauro e Beatrice Borromeo, sostituiti "in corsa" dal telefilm Law and Order e rimandati a data da destinarsi.

I due avrebbero dovuto presentare il loro libro ma a seguito della registrazione delle dichiarazioni, si è pensato che le loro parole avrebbero potuto violare la par condicio e dunque ne è stata evitata la messa in onda.

Vauro ha offerto la sua versione dei fatti: "ieri sera io e Beatrice siamo usciti dallo studio dove si registra L’Era Glaciale e abbiamo incontrato Marano piuttosto adirato con Beatrice per i riferimenti sulle pressioni che ci sono ad Annozero. La mia impressione è che questo è un fatto assolutamente notorio. Dopo mi sono messo a guardare la televisione per vedere la puntata. In apertura la Bignardi ha annunciato la nostra presenza, che poi però non c’è più stata. E durante tutto il programma sono stati lasciati i riferimenti a un comunista in trasmissione. Una cosa davvero grottesca".

"L’intervista", ha aggiunto Vauro, "sarebbe stata cancellata a causa delle mie affermazioni non favorevoli a Berlusconi. Io posso essere tutto tranne che favorevole a Berlusconi. E non è certo una novità. In più ci siamo limitati a rispondere alle domande che ci sono state rivolte e che ruotavano intorno all’esperienza di Annozero. Francamente non ho capito perché ci hanno invitato. Non ho chiesto io di andare. Lo giuro sul Capitale di Marx".

Marano, direttore di Raidue, ha invece dichiarato che "nonostante i ripetuti tentativi da parte della conduttrice Daria Bignardi di riportare il discorso sul libro, gli ospiti hanno affrontato questioni politiche in un periodo di par condicio in assenza di contraddittorio. Era una presentazione di un libro e non la continuazione della puntata di ieri di Annozero".

A prescindere dalle prese di posizione quello che ci si chiede, ancora, è: dal momento che le idee di Vauro sono note come mai lo si invita ancora? Non sarebbe meglio non invitarlo invece che invitarlo, annunciarlo e poi tagliarlo?

Anche perchè il taglio netto e senza aggiustamenti del tono generale della trasmissione e l’annuncio iniziale ad opera di Daria Bignardi sono davvero ma davvero esilaranti e assurdi.

Beatrice Borromeo si sfoga contro la censura:

Vi consigliamo anche