0 Shares 18 Views
00:00:00
15 Dec

La Pupa e il Secchione è falso, parola di Vittorio Sgarbi

dgmag - 17 giugno 2010
17 giugno 2010
18 Views

La Pupa e il Secchione ha chiuso i battenti senza lasciare traccia di sè, nel bene e nel male, ma facendosi ricordare solo come diversivo domenicale per i non amanti del calcio e per chi non aveva altro da fare.

A rendere ancora più squallido il quadro già emerso durante la trasmissione ci ha pensato il giurato Vittorio Sgarbi che non ha fatto altro che confermare quanto già si sapeva: La Pupa e il Secchione è completamente falso.

Sgarbi a Visto ha infatti dichiarato di essersi divertito molto di più durante la prima edizione del gioco: "intanto perché rappresentava una novità poi perché c’era più verità, soprattutto grazie allo scontro tra me e Alessandra Mussolini. Ho saputo che a lei venivano date delle indicazioni di voto da parte degli autori. A me nessuno diceva nulla e così mi arrabbiavo tantissimo quando discutevo con lei, I nostri scontri avevano una spontaneità che in questa edizione manca".

In più Sgarbi ha aggiunto che nella prima edizione de La Pupa e il Secchione "ogni giudizio nasceva dal divertimento. Quest’anno al contrario la giuria si muove sulla base di un accordo con la produzione. Non abbiamo la possibilità di avere contraddittorio tra noi: anche noi seguiamo un copione, una sceneggiatura. Il programma sarà divertente per chi lo guarda, sono divertenti le coppie, ma per noi è stressante".

Parole dure anche nei confronti dei colleghi di giuria: "Claudio Sabelli Fioretti non dice niente, Angela Sozio fa degli interventi da tifosa, Platinette ha avuto dei momenti di arrabbiatura, quando ha attaccato Elena per esempio, ma non so se è stata imbeccata dagli autori. La Parietti, con la sua solita smania di farsi vedere non riesce a mettersi in luce e quindi è frustrata. Abbiamo tutti caratteri forti, ma non ci possiamo esprimere. Io, per esempio, mi sono rassegnato a fare da notaio".

Insomma, il sospetto che La Pupa e il Secchione fosse falso era legittimo ma adesso è anche supportato dai fatti e dalle dichiarazioni di uno dei protagonisti; riusciranno i conduttori, Italia 1 ed Endemol a difendere un gioco in cui davvero tutto è pilotato dall’inizio alla fine?

Loading...

Vi consigliamo anche