La Talpa 3, eliminata Kamilla Dupont. Lite Karina-Alberti

La seconda serata de La Talpa 3 è stata all’insegna del trash più spinto tra litigi, eliminazioni, separazioni e colpi di scena che sanno tanto di finzione ben architettata.

Il tutto aperto dalla solita Paola Barale che, ancora una volta, è riuscita ad oscurare Paola Perego, troppo simile a Questa Domenica e troppo poco incisiva (nonostante la solita voce stridula).

La serata si apre con il riepilogo della settimana che mostra i concorrenti in grandi difficoltà a causa della mancanza di acqua potabile; la Perego non fa altro che rassicurarli dicendo loro che stanno avendo tantissimo successo in Italia e loro, che il successo se lo stanno cercando, non possono che passare sopra anche alla mancanza di un elemento vitale come l’acqua pur di arrivare ad ottenere l’agognato riconoscimento di Vip.

Si celebra poi il ritorno di Karina Cascella nel gruppo dopo aver passato la settimana in isolamento e chiaramente il suo arrivo non può che far discutere; Barbara Alberti, che si distinguerà nel corso dell’intera seconda puntata, dice di lei che "non è altro che un gattino a cui i bambini cattivi hanno strappato la coda e le orecchie. Non si fida più di nessuno. Per questo è pazzamente e in maniera ricattatoria gelosa. Il bambino Tito aveva però orrore di lei", alludendo alle presunte molestie sessuali che Karina avrebbe subito da bambina.

Subito si passa ad indicare il sospettato del gruppo che questa settimana è Kamilia Dupont a seguito della prova che li ha visti impegnati tutta la notte per fare in modo che delle lance che cadevano dall’alto non toccassero terra; erano concessi solo 2 sbagli ma a sbagliare sono stati le coppie formate da Pasquale Laricchia-Fiordaliso, Melita Toniolo-Fiordaliso e Matteo Tagliariol-Kamilia Dupont.

Questa settimana solo il sospettato del gruppo si sottopone alla prova d’accesso per cui Kamilia deve posizionarsi su un letto di pietre mentre un peso lentamente le si poggia sopra. Deve resistere così per 2 minuti e mezzo e, nonostante soffra, alla fine porta a termine la prova.

La Grande Prova di questa settimana è ad alto impatto e non adatta a chi soffre di claustrofobia o ha paura dell’acqua: i concorrenti divisi in tre coppie vengono legati sul fondo di una vasca che viene riempita velocemente di acqua. Per respirare gli viene fornito un boccaglio e gli altri concorrenti, quelli non legati, devono recuperare altri pezzi dello stesso boccaglio per allungarlo e permettere alle coppie selezionate di resistere per un totale di 10 minuti sott’acqua.

La prima coppia è formata da Pasquale (immerso) e Melita: Pasquale totalizza 3:57 ma un’irregolarità costringe la produzione a dimezzarli il tempo ottenuto e quindi arriva a 2:29 minuti. La seconda coppia è quella formata da Pamela Camassa e Natalia Bush che però non ce la fanno e passano il testimone a Franco Trentalance e Karina Cascella che arrivano a 4:28; la Camassa ci riprova e arriva a 7:40 ma il gruppo non riesce a totalizzare i 10 minuti e regala 5000 euro a la Talpa. La seconda manche vede invece protagonisti Clemente Russo e Kamilia, Salvatore e Cristiano Angelucci, Fiordaliso e Matteo e il gruppo raggiunge i 10 minuti.

Natalia Bush viene messa di fronte al solito dilemma cui La Talpa ci ha abituati fin dalla prima edizione: scegliere di incontrare uno zio e la mamma togliendo al gruppo 8000 euro. Lei rinuncia e comunica la decisione agli altri concorrenti (tanto, diciamola tutta, fra un mese rivedrà tutti!).

Arriva in studio la prima eliminata de La Talpa 3, Emanuela Tittocchia che regala uno spettacolo trash di tutto rispetto insieme al fidanzato Fabio Testi di cui dice: "mi sono stufata di sentire da lui promesse. Pensavo che fosse cambiato. Ora la conferma. Non ho sentito la mancanza di Fabio ma di una persona che è là" (una persona del pubblico le aveva appena detto di aver visto Testi abbracciato ad un’altra su un giornale). La Perego fa finta di non sapere niente ma la scena sembra confezionata ad arte specie se ricordiamo i precedenti: la Tittocchia tradita da Testi nel corso di un reality spagnolo e la coppia scoppiata nel corso del terribile programma di Caterina Balivo Dimmi la verità. Poi, aggiungiamo, qualche persona del pubblico si sarebbe lanciata in una così ardita "confessione" mettendoci faccia e voce se non qualcuno appositamente scelto dalla produzione?

Karina è ancora la sospettata del pubblico mentre Kamilia è la sospettata del gruppo; le due si affrontano al test finale e, ancora una volta, vince la creatura di Maria De Filippi. Il regolamento prevede che un concorrente non possa andare per due volte consecutive in capanna e quindi Karina decide cosi di mandare Pasquale Laricchia, che ovviamente si lamenta.

In questo frangente si consuma la grande lite del giovedì sera tra Karina Cascella e Barbara Alberti: "Karina, lei è una iena. Non è facile stare nella Capanna Zulu? No, non è facile stare con lei". Replica della Cascella: "lei non è degna di parlare di me. Per avere la parola dice delle stronzate". Controreplica della Alberti: "dato il livello di incultura, razzismo, ignoranza e sgradevolezza è un onore essere stata insultata da lei". Infine Karina: "chi vuole vedere il male in me ha il male dentro".

Questa è la televisione che piace agli italiani chiamati a televotare, alla fine di una lunghissima puntata, per regalare ai concorrenti la Capanna dell’amore, un luogo accogliente in cui a turno potranno andare per conoscersi e trovare un pò di pace. L’intento è chiaro: far accoppiare Karina e Salvatore, creare nuove coppie magari sfruttando la Diavolita e cercare di creare quante più occasioni succose che facciano alzare gli ascolti.

Intanto due coccodrilli danno il benvenuto ai concorrenti dopo la fine della puntata, Cocco & Drillo, e arriva anche il verdetto del televoto che stabilisce che per questa settimana niente Capanna dell’amore.

Ma non mancano i colpi di scena finali: Natalia Bush vuole incontrare zio e mamma, Fiordaliso spera che arrivi qualcuno della sua età e pensa a Fabio Testi (ma va? dopo la lite con la Tittocchia non potrebbe esserci mossa migliore che spedire l’ormai presenzialista Testi in Sud Africa).

La puntata si chiude con Pasquale Laricchia che fa la conoscenza della famiglia zulu
con la quale dovrà convivere per una settimana: noi, se fossimo nei loro panni, restituiremmo quel misero cachet dato dalla produzione pur di evitare certi incontri!

Guardate il video della litigata tra Karina Cascella e Barbara Alberti: