0 Shares 15 Views
00:00:00
13 Dec

Le nuove fiction poliziesche della Rai

14 febbraio 2009
15 Views

I nuovi gialli attualmente in fase di produzione o di preparazioneLa fiction di genere poliziesco piace, soprattutto quando racconta uomini come tanti altri che magari fanno parte di una squadra speciale con compiti rischiosissimi e, qualche volta, sono ispirati a personaggi veri che hanno avuto un ruolo fondamentale nella storia della lotta alla malavita.

E così la Rai punta proprio sul poliziesco nelle nuove produzioni che andranno in onda in questi mesi.

Di prossima programmazione è la seconda serie di Mio figlio: nuove storie per il commissario Vivaldi con protagonisti Lando Buzzanca, Caterina Vertova, Giovanni Scifoni per il sequel di Mio figlio, andata in onda nel 2005. Tornano gli stessi protagonisti che, con il proprio bagaglio di risvolti umani e vicende personali, intersecano le loro esistenze con gli sviluppi dei casi di puntata e del giallo orizzontale. Il Commissario, interpretato da Lando Buzzanca, è un poliziotto di stanza a Trieste dal carattere forte e risoluto, ancora innamorato della ex moglie Laura e fermamente intenzionato a riconquistarla. Anche il figlio Stefano è un poliziotto e i casi ai quali lavorano fianco a fianco sono spesso motivo di contrasto, poichè nelle indagini il carattere istintivo di Vivaldi si scontra con l’atteggiamento razionale del figlio. Le inchieste diventano un terreno di confronto umano e personale nel quale il Commissario Vivaldi, che convive con i propri timori e pregiudizi nei confronti dell’omosessualita’ del figlio, troverà la chiave per una reciproca conoscenza e comprensione.

Intanto sono in corso le riprese a Bologna della terza serie dell’Ispettore Coliandro, il poliziotto simpatico e pasticcione creato da Carlo Lucarelli che sta diventando un personaggio popolare nel mondo dei giovani e un fenomeno multimediale con libri, fumetti e siti web.

I titoli dei nuovi quattro episodi, sceneggiati da Carlo Lucarelli e Giampiero Rigosi, sono: Cous cous alla bolognese, Sempre avanti, Cassandra game, La notte dei sospetti. Il protagonista è sempre Giampaolo Morelli così come i registi i Manetti Bros che sanno sempre più bilanciare il loro estro innovativo e a tratti sperimentale con le esigenze del linguaggio della fiction da prima serata.

Sono invece ancora in fase di preparazione La narcotici e Il Commissario Mario Nardone.

La narcotici, sei episodi con la regia di Michele Soavi, è la storia di Daniele, il capo della squadra antirapine della questura di Roma. Il Questore vuole che passi a dirigere la nuova squadra antinarcotici; quella vecchia è stata sciolta per alcuni casi di corruzione. In più servono uomini di alta professionalità e tenuta morale perchè il traffico di stupefacenti fa ormai capo a una sola persona che ne investe i profitti in attività legali. Devono scoprire chi è quello che chiamano “l’ ottavo re di Roma”.

Daniele non se la sente. Non conosce quel mondo e non vuole impegnarsi in quella nuova attività che teme lo porterebbe a trascurare la figlia Sara di 16 anni che ha cresciuto da solo, proprio nella fase più delicata dell’ adolescenza. La nuova squadra è composta da poliziotti di formazione e carattere eterogenei, scelti accuratamente per le loro alte competenze in grado di indagare nell’ambiente del traffico di droga che si è fatto sempre più articolato e complesso.

Il Commissario Mario Nardone, sei puntate da 100 minuti ciascuna per rendere un omaggio ad un uomo coraggioso che, fondando la Squadra Mobile, ha creato la moderna Polizia; le riprese inizieranno a settembre prossimo e si svolgeranno per lo più a Milano. Napoletano, trasferito a Milano per aver denunciato dei colleghi scorretti, Nardone si trova a fare i conti con una realtà che sta rapidamente cambiando pelle: la guerra è ormai finita e la città ha una nuova spinta dinamica verso la ripresa economica. E’ qui la che la Mala organizza furti temerari, colpi sempre più scientifici e audaci, con bottini che vengono dissipati nei Casinò della vicina Svizzera. E’ qui che Il Ciappina, fantomatico capo della Banda Dovunque, lancia sfide alla Polizia dai microfoni di Radio Mala. Per contrastare questa nuova criminalità Nardone ha bisogno di strategie diverse: si adopera dunque per fondare la Squadra Mobile.

Vi consigliamo anche