0 Shares 8 Views
00:00:00
15 Dec

Lost finale, online grazie a Macchianera?

La Redazione
5 maggio 2010
8 Views

Noi, a scanso di equivoci, lo diciamo subito: come praticamente tutta la stampa italiana abbiamo bucato la notizia ovvero che il finale di Lost 6 è finito online grazie a Macchianera.

Lo scoop è stato confezionato l’1 maggio scorso quando Gianluca Neri alias Macchianera ha pubblicato sei pagine della sceneggiatura della puntata finale di Lost 6, che andrà in onda il prossimo 24 maggio, nelle quali si racconta praticamente cosa accadrà ai naufraghi e come finiranno le loro avventure.

Neri sostiene di aver ricevuto il plot del finale di Lost 6 da una fonte interna, rigorosamente anonima, e di averlo inserito online dopo aver modificato il nome dell’attore dal quale proverrebbe.

"Prima della pubblicazione", scrive Neri alias Macchianera, "ci siamo presi due giorni per verificare che, effettivamente, le scene che avevamo ricevuto facessero parte della sceneggiatura originale. Ricevuta una risposta prima scettica, poi possibilista e infine affermativa, siamo pronti a mostrarvele".

Insomma, le sei pagine della sceneggiatura del finale di Lost 6 vengono messe online, anche in inglese ovviamente, e Macchianera fa il botto come già accaduto quando pubblicò il rapporto Calipari senza omissis.

Posto che quello inserito da Macchianera sia il vero finale di Lost 6, è sicuramente strano pensare che la stampa italiana, specie quella di settore che tanto si fregia di essere avanti e di non cedere alle markette, si sia fatta fregare e abbia perso l’occasione per rendere il favore ad un collega che ha avuto coraggio di fare quello che ha fatto, peraltro godendosi anche la citazione sulla stampa americana.

Qua di base siamo scettici e di base non amiamo Lost e non comprendiamo i motivi per i quali negli anni sia stato così osannato ma alla fine le sei pagine della sceneggiatura finale di Lost 6 le abbiamo lette e, non amando la serie, non siamo rimasti scioccati.

E il dubbio che si tratti di una bufala resta:
ottimamente confezionata, abilmente registrata e orchestrata, magistralmente diretta. Una bufala che, se confermata e per dirla tutta, ci piace anche parecchio.

Loading...

Vi consigliamo anche