0 Shares 7 Views
00:00:00
11 Dec

Miss Italia 2009 da stasera su Rai 1

12 settembre 2009
7 Views

Per la prima volta una donna al comando, come conduttrice e direttore artistico di Miss Italia 2009, il concorso nazionale dedicato alla bellezza giunto alla settantesima edizione e in diretta su Raiuno dal Palacotonella di Salsomaggiore Terme e Tabiano Terme oggi, domani e lunedì 14 settembre alle 21.10 su Rai 1: Milly Carlucci.

Sessanta le concorrenti in gara, un numero inferiore a quello degli anni scorsi. Una scelta che permetterà di approfondire meglio la conoscenza di ciascuna di loro in quelle che sono le tre parole chiave di questa edizione: bellezza, talento e personalità.

E, come sempre, sarà il pubblico con il televoto (da telefono fisso 89484848, da sms 48444) il giudice ultimo al quale spetterà il compito di decidere i passaggi di turno e di decretare, nella serata finale, la Miss Italia 2009.

Così al termine della prima serata, le 60 ragazze in gara resteranno 40, e diventeranno 20 al termine della seconda, nella quale sarà però ammesso il ripescaggio di 4 di loro. Nella prima serata, inoltre, sarà eletta Miss Moda Italia 2009, mentre nella seconda sarà assegnato il titolo di Miss Cinema 2009.

A Miss Italia 2009 ci sarà anche una giuria specializzata, sempre la stessa nelle tre serate: a comporla, l’opinionista Guillermo Mariotto, l’attore e regista Ricky Tognazzi, la produttrice cinematografica Rita Rusic e l’attore Sergio Assisi, mentre il quinto giurato sarà reso noto successivamente.

Altra grande novità di Miss Italia 2009 è il patrocinio dei ministeri del Turismo, dello Sviluppo Economico e dei Beni Culturali: Miss Moda Italia 2009 e Miss Cinema 2009 rappresenteranno infatti il nostro Paese nelle manifestazioni più significative nei due rispettivi settori.

Dopo l’elezione di Miss Italia 2009, nella serata di lunedì 14 settembre alle 24, sempre in diretta su Raiuno, ci sarà il tradizionale approfondimento con il Dopo Miss, lo speciale dedicato a commenti e curiosità sulla neoeletta.

Vi consigliamo anche