0 Shares 17 Views 2 Comments
00:00:00
17 Dec

Morto Raimondo Vianello, re della tv leggera

dgmag - 15 aprile 2010
15 aprile 2010
17 Views 2

E’ improvvisamente morto a Milano Raimondo Vianello, attore e conduttore televisivo che con la moglie Sandra Mondaini è stato uno dei volti più noti della tv italiana.

Raimondo Vianello è scomparso all’ospedale San Raffaele di Milano per l’aggravarsi delle sue condizioni fisiche; i funerali secondo l’Ansa si svolgeranno sabato alle 11 nella chiesa di Milano due, il quartiere dove viveva con Sandra Mondaini.

Avrebbe compiuto 88 anni il prossimo 7 maggio.

La carriera professionale di Raimondo Vianello era iniziata con il teatro di rivista subito dopo la guerra e dopo essere stato detenuto nel campo di concentramento alleato di Coltano a seguito della sua adesione alla Repubblica Sociale Italiana.

Negli anni Cinquanta si dedicò al cinema e recitò in diverse pellicole al fianco di attori celebri quali Totò e Ugo Tognazzi grazie al quale scorpì la televisione nel programma Un, due tre.

Nel 1962 sposò con Sandra Mondaini dando vita ad una delle coppie artistiche più consolidate della commedia e della televisione italiana.

Appassionato di calcio, Vianello nel 1992 acquista nuova popolarità con la conduzione di Pressing, programma di commento al campionato di calcio di Italia 1, che condurrà per otto stagioni, guadagnado anche il Telegatto ’92, quale migliore programma sportivo dell’anno. Divenuto ormai un’icona del ‘buon presentatore’, sempre capace di creare un’atmosfera cordiale e piacevole, Raimondo viene chiamato nel 1998 dalla Rai (col consenso straordinario di Mediaset) a presentare il Festival di Sanremo ed è qui che apparì pubblicamente una delle ultime volte nel 2008.

La scomparsa di Raimondo Vianello, come quella di molti altri volti noti dello spettacolo, segna la fine di un’epoca e lascia un grande vuoto nel mondo dello spettacolo.

Loading...

Vi consigliamo anche