Nebbie e Delitti 3 si farà

Luca Barbareschi ha dimostrato quanto il fuoco sacro della recitazione sia superiore al portafogli. E’ arrivato, infatti, all’ultima spiaggia per sal

Luca Barbareschi ha dimostrato quanto il fuoco sacro della recitazione sia superiore al portafogli.

E’ arrivato, infatti, all’ultima spiaggia per salvare Nebbie e Delitti: rinunciare al suo compenso personale (circa 500.000 euro) pur di proseguire la produzione della terza serie, già programmata per Raidue nel prossimo autunno.

Le riprese erano già cominciate da tre settimane, ma la fiction era stata bloccata mercoledì scorso dal Consiglio di amministrazione Rai perché il Barbareschi parlamentare (nonché vicepresidente della commissione Trasporti, poste e telecomunicazioni della Camera) non poteva godere dei diritti-dovere del Luca Barbareschi attore, qui interprete del commissario Franco Soneri. In particolare, non poteva percepire compenso in quanto deputato.

Luca Barbareschi ha seguito, così, le orme di Iva Zanicchi e Vittorio Sgarbi che, quando si sono dati alla politica, hanno sempre continuato a fare ospitate gratis.

Così farà l’attore con un sacrificio decisamente più oneroso: recitare gratis per una produzione che godrà, a questo punto, di un bel risparmio di budget.

Il Presidente della Rai Petruccioli aveva d’altronde manifestato le sue perplessità verso la bocciatura della terza serie di Nebbie e delitti, un prodotto gradito dal pubblico, soprattutto nell’area del Nord, nonché determinante per la funzione di servizio pubblico della Rai.

 

Per fortuna Barbareschi ha fatto l’eroe evitando alla tv di stato l’imbarazzo di una soppressione improvvisa.