Noi Due, su Rai 2 adolescenti tra amore e malattia

Va in onda stasera su Rai2 in prima serata Noi Due, la storia d’amore di due giovani appartenenti a due mondi diversi, messa a dura prova da una malattia.

La vita sorride al diciottenne Jack (Federico Costantini): affascinante, simpatico, con un carisma da leader naturale nel gruppo di amici coi quali trascorre la maggior parte del tempo, provando moto da corsa in un circuito e divertendosi senza freni e senza impegni.

Ma un giorno di fine settembre, durante una festa nella casa liberata dai genitori partiti per una vacanza, Jack incontra Greta (Giulia Steigerwalt).

Greta ha diciotto anni, è bella e molto misteriosa; si sono appena conosciuti e già corrono di notte nell’autodromo, già chiacchierano, ridono, si baciano. Per Jack potrebbe essere l’ennesima conquista da aggiungere al suo palmares di rubacuori in erba. Ma non è così.

Dietro gli atteggiamenti sempre spiazzanti e indecifrabili di Greta si nasconde un dramma: una deformazione cardiaca che fa di lei una creatura appesa a un filo.

Greta non lo confessa a Jack perché vuole godersi la vita e non essere commiserata e inoltre si ritiene inadatta all’amore e votata a rapporti fugaci come la sua esistenza; ma questa volta sia lei che Jack hanno sbagliato i calcoli perchè l’amore li azzanna facendo saltare schemi mentali e abitudini.

Quando Jack scopre fortuitamente che Greta, in seguito a un attacco improvviso, è ricoverata in ospedale, manda tutto all’aria; rompe col gruppo di amici ingelositi dal suo rapporto con la ragazza, rompe col padre che, di ritorno inatteso dalla vacanza, ha saputo di feste e problemi coi vicini durante la sua assenza.

Vuole Greta, una ragazzina scopertasi fragile e affamata d’amore.

L’urto del suo sentimento distrugge le barriere d’autodifesa della ragazza che ha sulle spalle un fardello di rapporti faticosi: la gelosia del padre apprensivo, le incomprensioni con la madre pianista, che vive a Londra e le manca da morire.

Anche Greta era una promessa del pianoforte se la malattia non l’avesse spinta a rinunciare ma è arrivato Jack e ha portato un’aria nuova; ora Greta ha voglia di abbandonarsi all’amore e trova il coraggio di tornare su un palco a suonare.

Tutto sembra filare liscio quando Jack scopre dal padre di Greta che le sue condizioni di salute si sono deteriorate di colpo e solo un intervento può salvarle la vita; di fronte ai silenzi dell’uomo, che per la prima volta non ha il coraggio di affrontare la figlia, Jack si fa carico di quel peso tremendo e durante un concerto di Greta le dice la verità. Per Greta è un colpo durissimo. Viene risucchiata dalla voragine della disperazione. Non vuole più vedere nessuno, non vuole più vivere.

Jack ora è solo col suo tormento: nella solitudine riallaccia i rapporti che aveva fragorosamente infranto.

Una sera Greta sparisce e Jack, alla fine, la ritrova a casa sua, sullo stesso letto del loro primo incontro: le parla, la rassicura, la fa ragionare. Greta accetta di partire per il Canada per operarsi. Jack l’attenderà ogni minuto che passa col cuore in gola e la fiducia del suo amore diventato adulto.

Noi Due è liberamente ispirato al romanzo Jack Frusciante è uscito dal gruppo di Enrico Brizzi.