Pirate Master, reality dei Pirati dei Caraibi

A seguito del successo planetario ottenuto da I pirati dei caraibi, l’emittente americana Cbs manda in onda (dal 31 maggio) un reality show con sedici persone protagoniste di una caccia al tesoro nelle acque dell’isola di Dominica.

Pirate Master, questo il nome del reality, è la perfetta sintesi del reality Survivor e delle avventure di Jack Sparrow e il meccanismo è quello del classico reality show.

Sedici concorrenti devono trovare i dobloni d’oro del capitano Henry Steel, predatore dei mari dell’inizio del Diciottesimo secolo, seppellito in quattordici scrigni diversi nascosti sull’isola.

Metà del reality si svolge sulla terraferma tra le spiagge e le foreste dell’isola, dove gli aspiranti pirati danno la caccia al tesoro nascosto mentre l’altra metà è ambientata a bordo di un veliero a bordo del quale i sedici concorrenti dovranno misurarsi con la vita dei marinai di una volta e imparare, tra le altre cose, le manovre di navigazione, la pulizia dei ponti e la preparazione dei pasti.

A coordinare il lavoro è un capitano, eletto dal gruppo, che deve gestire la metà del tesoro conquistato ogni settimana dai pirati e, in cambio di una vita più agiata, è chiamato a coordinare la ciurma e organizzare le spedizioni a terra, rischiando in caso di insuccesso l’ammutinamento dell’equipaggio.

Vince chi rimane per ultimo, risparmiato dall’eliminazione votata fra tre membri dell’equipaggio, indicati dallo stesso capitano, che dovranno giustificare il proprio operato al resto della ciurma, davanti alla Corte dei Pirati.

Il primo premio è un assegno di 500.000 dollari, oltre il titolo di Pirate Master e inoltre ogni settimana i concorrenti, in caso di successo delle loro spedizioni, si dividono un tesoro costituito da vere monete d’oro.