Politica in tv: Andreotti dalla Perego, Gelli su Odeon

Mai come in questi giorni la politica tiene banco in tv. A destare polemiche, innanzitutto, è il ritorno di un personaggio controverso della recente storia italiana, al timone da questa sera di una nuova trasmissione sul circuito Odeon.

Stiamo parlando di Licio Gelli, il Gran Maestro della Loggia P2 che ripercorrerà le sue memorie in un programma dal titolo Venerabile Italia.

La conferenza stampa è stata già foriera di proteste, poiché Gelli ha voluto sentenziare sui principali fatti di attualità, lodando il Ministro Gelmini e il Presidente Berlusconi. Il centrosinistra ha così gridato allo scandalo, ritenendo inutile e inquietante il ritorno dei fantasmi del passato con toni autocelebrativi da star system.

Il tale clamore mediatico suscitato da questo annuncio, insomma, sta sortendo l’effetto di dare massima visibilità a Odeon Tv sulle prime pagine dei giornali e nei titoli dei tg

A questo clima di "baraccone televisivo" – così il sociologo Alberto Abruzzese giustifica l’amarcord Gelli – si può ascrivere la grande eco ricevuta nella giornata di ieri dal presunto malore di Giulio Andreotti  in diretta tv.

Tutto è avvenuto alle 18.20 durante Questa Domenica, il contenitore di Canale 5. Paola Perego domandava al senatore, sul finire della loro chiacchierata, quale futuro si augurasse per i bambini. Andreotti, curvo leggermente in avanti, ha fissato per qualche minuto il vuoto, con la testa rivolta verso l’alto e un sorriso praticamente paralizzato.

 

La Perego ha ripetuto la domanda, senza sortire alcun effetto. A quel punto si è sporta in avanti chiamandolo, fino a che non ci ha pensato la pubblicità a scongiurare il peggio.

Dopo gli spot la conduttrice è tornata in compagnia del suo ospite, che come se niente fosse ha salutato il pubblico apprezzando di essere attorniato da due splendide ragazze. Più che un infarto, il suo potrebbe essere stato un leggero malore, un attimo di assenza dovuto alla sua veneranda età di 90enne.

Per un attimo, però, la tv commerciale ha pensato di poter collezionare il colpo del secolo: ospitare nei suoi studi un evento da storia dei mass media (oltre che della politica italiana).

E ovviamente tutti non fanno che parlarne…