0 Shares 10 Views
00:00:00
16 Dec

Presadiretta con Riccardo Iacona da stasera su Rai 3

dgmag - 31 gennaio 2010
31 gennaio 2010
10 Views

Torna stasera Presadiretta, la trasmissione di approfondimento firmata da Riccardo Iacona, Francesca Barzini e Domenico Iannacone.

La puntata dal titolo Case da pazzi, la prima del nuovo ciclo, andrà in onda stasera alle 21.30 su Raitre.

Le telecamere di Presadiretta sono andate a Favara, il paese dell’Agrigentino dove due sorelline sono morte per il crollo della casa in cui vivevano. Questa tragedia e’ la conseguenza estrema di un dramma nazionale dovuto a corruzione, inadempienze, incuria criminale nella gestione delle case.

In Italia affitti e mutui rappresentano una voce di spesa che è  più della metà del  reddito medio delle famiglie italiane, un mercato letteralmente impazzito. Le case popolari sono poche, meno del tre per cento del patrimonio immobiliare nazionale, e non riescono quindi a calmierare il mercato privato. Questo ha creato una emergenza abitativa sempre piu’ grande e i numeri di quelli che hanno bisogno di un canone sociale aumentano di anno in anno: a Roma, per esempio, sono 42.000 le persone che attendono, invano, un alloggio popolare . E non a caso, Roma e’ anche la città dove ci sono più occupazioni da parte dei senza casa.

In Case da pazzi, Presadiretta racconta il dramma delle migliaia di famiglie romane  che si trovano da un giorno all’altro davanti  alla cartolarizzazione e alla messa in vendita delle case dove vivevano da decine di anni.

Nelle prossime puntate:

Acqua rubata: pubblico o privato per la gestione degli acquedotti? Dopo l’approvazione della legge che impone agli enti locali di privatizzare gran parte della gestione delle risorse idriche con le telecamere Presadiretta attraversa l’Italia per svelare le storie positive e gli esempi negativi, la sete colpevole che affligge Agrigento e provincia. Un’inchiesta svela i meccanismi e leggi che consentono i grandi profitti dell’industria dell’acqua minerale.

Scuola fallita: è possibile garantire un’istruzione decente con i tagli? Lo stato deve alle scuole miliardi di euro di spese per il funzionamento ordinario.  Gli inviati tornano accanto ai precari che hanno perso il lavoro, e ci spiegano i salti mortali di presidi e insegnanti per cercare di garantire ad ogni costo il funzionamento senza soldi per pagare manutenzioni, straordinari, supplenti.

Sole, vento alberi
: l’energia da fonti rinnovabili è la grande scommessa per l’ambiente e il volano dell’economia nei prossimi anni.  In Germania e Austria le leggi  vigenti hanno incentivato gli investimenti di che vuole produrre elettricità dal sole, dal vento e da materiali di scarto delle lavorazioni del legno. E in Italia? Un piano nazionale non c’è, le regioni si danno regole spesso contraddittorie. Chi vuole investire onestamente nelle energie alternative si trova di fronte a difficoltà insormontabili.

Altri due temi scottanti di questa serie di Presadiretta saranno la giustizia e la ricostruzione dell’Aquila quasi un anno dopo il terremoto.

Loading...

Vi consigliamo anche