0 Shares 8 Views
00:00:00
14 Dec

Report a rischio: la Rai elimina la tutela giudiziaria

La Redazione
7 settembre 2009
8 Views

La stagione televisiva sta ricominciando ma c’è qualcuno che, pur offrendo un servizio di tutto rispetto alla nazione, potrebbe non aver alcuna tutela legale da parte dell’azienda per la quale lavora.

Scrive infatti Aldo Grasso sul Corriere della Sera: "non è un mistero che una trasmissione come quella di Milena Gabanelli sia a rischio. Non solo per compatibilità con la nuova dirigenza ma anche perché il dg Masi le ha tolto lo scudo dell’assistenza legale nonostante non abbia mai perso una causa (ogni autore dei servizi sarà responsabile in proprio di eventuali azioni legali, un sistema per togliere coraggio anche ai più coraggiosi)".

Che significa questo? Che i giornalisti di Report non saranno più tutelati in sede civile o anche in sede penale? E se così fosse, il naturale proseguimento di questa storia sarebbe la chiusura della trasmissione della Gabanelli?

Poco se ne parla ma c’è già un giornalista di Report, Paolo Barnard, che è stato denunciato per via di un suo servizio andato in onda nel 2001 e dedicato al business delle case farmaceutiche; Barnard si sta facendo giustizia di tasca propria e spera di non dover pagare tutto nel caso fosse dichiarato colpevole.

L’eliminazione delle tutela giuridica ai giornalisti di Report, e di tante altre trasmissioni "a rischio" potrebbe far sì che pur di evitare di essere lasciati soli dal proprio editore, alcuni tra i migliori giornalisti d’inchiesta decidano di virare. Di raccontare la cronaca ma non scavare in profondità, di narrare ma non di sviscerare.

E sarebbe, ad oggi, un peccato davvero mortale e una situazione davvero avvilente…

A tutto ciò si aggiunga il continuo rinvio delle nomine per Rai 3 che stanno diventando ancora più politiche di quel che già erano, rivelando limiti e vizi di un sistema televisivo inaccettabile.

Loading...

Vi consigliamo anche