0 Shares 13 Views
00:00:00
13 Dec

Report torna stasera su Rai 3

11 ottobre 2009
13 Views

Le inchieste di Report riprendono, con cadenza settimanale per venti puntate, da  oggi su Raitre in prima serata.

Per la prima volta in onda nel 1997, Report è giunto alla sua tredicesima edizione.

In questa nuova serie verranno affrontate tematiche di grande attualità: economia, sanità, giustizia, utilizzo del denaro pubblico, diritti e doveri dei cittadini.

La prima puntata tratterà di edilizia e burocrazia: dal semplice innalzamento di un muretto alla ristrutturazione di un appartamento, dalla demolizione di una casa costruita abusivamente fino alla ricostruzione di un ponte sul Po, gli inviati del programma andranno a vedere qual è l’iter burocratico per costruire. Emergeranno via via le ragioni di un percorso lungo e complicatissimo, per chi vuole fare le cose in regola.

Report parlerà poi della crisi economica che, secondo l’inchiesta effettuata “a volte è determinata dall’assenza di regole, di etica e concorrenza leale. Un caso esemplare  quello del  settore della produzione del divano, dove l’Italia è leader in Europa. Emerge un mercato drogato dalla concorrenza dei mercati stranieri, regolato da norme permissive e dove i controlli sono sempre più carenti. Il risultato è che gli imprenditori onesti soccombono a favore di quelli disonesti".

A proposito di economia del debito, gli autori sostengono che "fino a ieri gli altri Paesi ci  snobbavano per  la nostra tendenza a spendere e spandere, cosa che ha portato ad accumulare il terzo debito pubblico del mondo. Oggi che con la crisi si sono indebitati anche gli altri, quale sarà la ricaduta per gli  italiani? Si potranno correre ulteriori rischi? E come uscirne?".

Partendo dall’inchiesta sulle cause della strage di Viareggio, il programma si occuperà di come funziona il traffico su rotaie delle merci formulando alcuni interrogativi: i vagoni che attraversano l’Italia in quali condizioni si muovono? Perché gli investimenti sul trasporto merci e pendolari sono così bassi e i servizi scadenti rispetto al resto d’Europa?

Altro interrogativo degli autori: come funziona la democrazia ed esiste un equilibrio tra i tre poteri dello stato, legislativo, esecutivo e giudiziario? Se il potere di fare le leggi si sposta sempre di più dal Parlamento al Governo, si puo’ ancora parlare di democrazia?

Tornano poi le inchieste sul segreto bancario nei paradisi fiscali europei: nel corso del G20 di Londra i grandi della terra hanno deciso di ridimensionare il peso delle attività off-shore e per questo Report cercherà di indagare su come cambierà concretamente la lotta all’evasione fiscale e al riciclaggio di denaro e quali sono i pregi e i difetti dei diversi regimi fiscali applicati nelle nazioni europee.

Riguardo al grande tema della sanità, l’obiettivo sarà puntato su quella privata convenzionata e, attraverso le inchieste condotte dai suoi inviati, Report argomenta che "se quella pubblica spesso fornisce un servizio scadente a fronte di un pessimo utilizzo delle risorse, quella privata appare sempre più florida  anche perché può contare su oltre 20 miliardi di euro di denaro pubblico. A usufruirne sono  in pochi: chi sono e soprattutto in che modo viene gestita".
 

Nelle puntate successive verranno seguiti gli sviluppi delle inchieste trattate nelle precedenti edizioni, dal caso dell’assegnazione dei fondi per ripianare i debiti del comune di Catania alla questione della raccolta differenziata a Roma, dall’Expo di Milano alla nuova Alitalia, dal processo Parmalat alla social card.

In chiusura di ogni puntata, una rubrica è dedicata a quella parte del Paese che va avanti con spirito di iniziativa e nel rispetto delle regole.

Vi consigliamo anche