Robocop, la serie tv su Steel

Robocop, il cyborg umanoide creato dalla penna di Edward Neumeier e Michael Miner, protagonista dell’omonimo film del 1987 diretto da Paul Verhoeven, si prepara a sfidare il crimine su Sci Fi.

È in arrivo su Steel (Premium Gallery sul digitale terrestre), all’interno dello spazio Sci Fi dedicato alla fantascienza e all’ignoto, la serie TV tratta dallo stesso film: 22 episodi a partire dal 20 giugno a 00:30 e poi dal lunedì al venerdì sempre a 00:30.

Da non perdere l’episodio pilota firmato da Neumeier e Miner in onda venerdì 20 giugno a 00:30, 2 ore di puro intrattenimento per una serata all’insegna dell’azione.

Ideata nel 1994, la serie di Robocop riporta sul piccolo schermo le avventure del famoso poliziotto cyborg, creato attraverso un ambizioso prototipo di tecnologia all’avanguardia che comprende la costruzione di un cyborg umanoide utilizzando parti organiche umane viventi, il cervello soprattutto, per poterne sfruttare le capacità cognitive di base, affiancandole a un programma informatico di prevenzione del crimine, che imposta il comportamento e il funzionamento del robot nelle sue mansioni.

Nella serie tv Robocop continua a pattugliare le strade di Detroit come un buon poliziotto e ha come partner nuovamente l’agente Madigan, con la quale cerca di fermare una criminalità sempre più dilagante.

La storia è ambientata nel 2005 quando il poliziotto Alex Murphy viene brutalmente ucciso durante il servizio sotto gli occhi della sua pater l’agente Lisa Madigan. Le ferite di Murphy sono gravissime; i medici combattono per salvargli la vita unendo al suo corpo danneggiato parti di robot creando così il poliziotto perfetto. Robocop.

Durante la trasformazione la sua memoria viene cancellata e il suo unico scopo ora è combattere il crimine ed essere un buon poliziotto; ma arriva il giorno in cui la vita di Murphy entra con dei flashs nella coscienza di Robocop.