Sanremo 2008, i Sonohra vincono tra i Giovani

E’ testa a testa negli ascolti tra la serata di Sanremo e I Cesaroni di Canale 5 ma la corazzata Sanremo crolla ancora: la prima parte del Festival ottiene il 25,84% di share con 6 milioni 998.000 telespettatori, mentre il primo episodio della fiction registra il 24.97% con 6 milioni 988.000. La seconda parte della finale dei Giovani segna invece il 37,17% di share (ma è durata fino all’1.40 circa) con 4 milioni 206.000 spettatori, mentre a I Cesaroni va il 28,78% con 6 milioni 565.000.

Si conferma quindi il trend discendente rispetto al 2007, quando la finale dei Giovani aveva raccolto 10 milioni 827.000 spettatori con il 40,79% di share nella prima parte, e 6 milioni 536.000 spettatori con il 53,57% di share nella seconda.

Intanto mentre più di qualcuno li ha definiti la brutta copia degli Zero Assoluto e nessuno, o almeno solo pochi, li vedeva vincitori della categoria Giovani di Sanremo 2008, i Sonohra con il brano L’amore hanno vinto e surclassato tutti gli altri.

Al secondo posto il gruppo La Scelta con Il nostro tempo, terzo classificato Jacopo Troiani con Ho bisogno di sentirmi dire ti voglio bene; il premio della critica Mia Martini è andato ai Frank Head e alla canzone Para parà ra rara mentre Ariel ha vinto il premio della Sala Stampa RadioTv.

Luca e Diego Fainello, i fratelli di Verona che hanno vinto il Festival dei Giovani, vengono da una famiglia di artisti, con il nonno violinista di professione, la mamma cantante e il papà fotografo.

Nella serata che li ha incoronati, si sono esibiti sul palco di Sanremo prima Giorgia, che ha ripercorso la sua storia personale con Sanremo, e poi Jovanotti.

Canta Io lo so che non sono solo, Ben Harper suona, poi canta e critica la liberatoria che ha dovuto firmare pur di esibirsi e dichiarando di non violare la par condicio ma poi alla fine la par condicio, in qualche modo, la viola: racconta infatti, sollecitato da Chiambretti, della volta in cui incontrò Silvio Berlusconi nei bagni dello stadio San Siro: "ma arrivava al lavandino?", chiede Piero; "quello non me lo ricordo", risponde Lorenzo, "ma mi ricordo che ha fatto pipì… e non si è lavato le mani".

Fiorella Mannoia canta tre brani nonotantante il mal di gola: Io che amo solo te, Sally e Quello che le donne non dicono; poi di nuovo Gianni Morandi, che aveva aperto il Festival con un omaggio a Domenico Modugno, canta Che sarà, seguito dai Pooh che intonano un medley dei loro successi.

Con tutti questi ospiti i Giovani sono stati un di più che nulla ha tolto e nulla ha aggiunto al Festival… le vere star sono stati gli Ospiti ma a quanto pare agli italiani questo Sanremo 2008 proprio non piace!