Sanremo 2009, non ci sarà Giusy Ferreri

Il Festival di Sanremo è in netto ritardo sulla tabella di marcia.

Stando a quanto riportato dal quotidiano Il Tempo, tutta la struttura innovativa e rivoluzionaria su cui si reggerà la prossima edizione, per adesso, è solo nella mente di Paolo Bonolis.

Nonostante l’esordio sia stato fissato in anticipo rispetto al previsto – 17 febbraio 2009 – per evitare la concorrenza di grossi eventi calcistici, nessuna riunione ufficiale tra la Rai, il Comune di Sanremo ed il conduttore è stata ancora fatta per i ritardi accumulati nella stipula della nuova convenzione.

Tra le uniche indiscrezioni trapelate, il ripristino della gara ad eliminazione diretta tra i big e l’invito personale rivolto ai cantanti, senza che alcuna commissione giudicatrice selezioni i brani per la gara come avveniva in passato. E’ prevista anche un’eliminazione delle categorie in cui erano suddivisi i cantanti e la conclusione delle serate entro mezzanotte.

Per dare più visibilità ai giovani. ogni big invitato in gara dovrebbe scegliere e portare con se un giovane emergente con cui esibirsi e la gara potrebbe riguardare soltanto quest’ultimo, consentendo agli artisti noti della musica italiana di eludere l’eliminazione (un po’ come avviene ai Raccomandati di Carlo Conti?).

Tra i nomi più accreditati, i Nomadi, Marco Carta vincitore dell’ultima edizione di Amici, Francesco Renga che vinse l’edizione 2005 presentata dallo stesso Bonolis.

E’ ufficiale, invece, che non parteciperà al Festival Giusy Ferreri: il suo disco esce tra poco e sembra che la cantante non abbia interesse a salire sul palcoscenico dell’Ariston.

Come la Ferreri, anche molti altri artisti hanno CD in uscita prima di Natale e qualcuno di loro potrebbe al contrario accettare l’invito di Bonolis.

 

Il conduttore, inoltre, avrebbe abolito la partecipazione di superospiti stranieri, preferendo quelli italiani per dare lustro alla kermesse.

L’eliminazione del DopoFestival, tanto caro a Pippo Baudo e impreziosito negli ultimi anni da Piero Chiambretti ed Elio e le Storie Tese vedrebbe così riservato il budget disponibile per i cachet di grandi personalità di casa nostra, preferibilmente comici da spalmare in ciascuna serata.

Il nuovo corso di Bonolis rinuncerà ancora alle tradizionali vallette bionda e bruna, mirando a una presenza femminile di pari importanza come fu tre anni fa Antonella Clerici, coadiuvata da una semplice assistente (ruolo che fu di Federica Felini?). Nessun nome, al momento, è stato ancora fatto.

 

Si sa, infine, che il Comune di Sanremo desidera dare più visibilità al Casinò delle feste, prevedendo di ospitare nella settimana del Festival una trasmissione di Raiuno come Affari tuoi o uno speciale Porta a Porta.