Scorie, così Savino & co. salvano l’Isola 5

Sulla prima puntata dell’Isola dei Famosi 5 abbiamo detto tutto: noiosa, lenta e ripetitiva, troppo uguale a tutte le prime puntate di tutte le precedenti edizioni.

E se l’unica variante è stata una Simona Ventura di rosso vestita, bionda e con i capelli lunghi, il copione si è invece ripetuto uguale come sempre.

Diverso invece è stato il Dopo Isola condotto da Nicola Savino, Scorie, in onda troppo tardi per essere apprezzato dai più ma che si contraddistingue per uno stile ironico che ricorda da vicino le macchiette radiofoniche di Radio Deejay e che non lascia nulla di intentato, andando a colpire e demistificare tutto ciò che la televisione vuole rendere protagonista.

Accanto al mattatore Nicola Savino, perfettamente calato nella parte, ci sono fin dall’inizio lo splendido Ariedo Quadrelli (DJ Angelo) e il Maestro Sergione (Rocco Tanica) che rendono ancora più esilarante Scorie grazie alle loro uscite demenziali che sottolineano le varie situazioni.

Scorie è un vero e proprio contenitore in cui si mette alla berlina il mondo dei reality (indicativa la fotografia del “critico” Rostagno issata sul soffitto), il mondo della televisione (meravigliosa la fiction BSI, Brescia Investigation, che fa il verso a Csi ed è interpretata da Evaristo Beccalossi e Antonio Cabrini) e la stessa Isola dei Famosi 5 proponendo vecchi video mai andati in onda e ospiti che si divertono a prendere in giro il famoso gruppo d’ascolto ufficiale dell’Isola.

Nicola Savino raccoglie inoltre l’autocandidatura di un personaggio celebre che vuole partecipare alla prossima edizione dell’Isola dei Famosi; il primo appello è stato lanciato dal difensore dell’Inter e della Nazionale Marco Materazzi.

Accanto a Savino anche le classiche tre vallette che dopo essere state scartate come ereditiere, letterine, letteronze, paperette, schedine, veline, cercano di sfruttare al massimo questa loro ultima occasione di visibilità; e, ovviamente, l’appuntamento live con i provini di aspiranti volti nuovi del mondo dello spettacolo.

C’è da ridere, e molto, e c’è da riflettere… peccato che Rai 2 abbia deciso di relegare ad un orario praticamente assurdo questo Scorie che si candida a diventare il vero fulcro della quinta edizione de L’Isola dei Famosi, il motivo per il quale l’Isola avrà successo esattamente come accade da ormai qualche anno con Mai dire Grande Fratello.