Scorsese protagonista su Studio Universal

“Martin è l’uomo più disponibile della terra. La disponibilità è quasi un’ossessione per lui. E’ una grande lezione da imparare da un Maestro e per me sono pochi i veri Maestri: lui è uno di quelli”: Daniel Day Lewis parla così di Martin Scorsese nel Focus esclusivo prodotto da Studio Universal, in onda domenica 10 giugno alle 21 per accompagnare la visione de L’Età dell’innocenza.

Un’occasione per ripercorrere la storia di una pellicola appassionante tratta dal romanzo di Edith Wharton, attraverso interviste al regista Martin Scorsese e al suo interprete maschile, Daniel Day Lewis, oltre a clip del film e scene dal backstage.

Era il 1980 quando Martin Scorsese ricevette in regalo una copia del romanzo di Edith Wharton L’Età dell’Innocenza, storia di un amore impossibile ambientata nella rigida società borghese di New York a fine ‘800.

Sette anni passarono prima che Scorsese leggesse il libro, sette film prima che L’età dell’innocenza entrasse a far parte della filmografia del grande autore italo-americano.

Martin Scorsese, intervistato in esclusiva da Studio Universal, racconta come il cinema italiano dei maestri sia stato il punto di riferimento nella sua ricostruzione dell’epoca in cui è ambientato il film.

L’età dell’innocenza di Martin Scorsese è ambientato a New York nel 1870; l’avvocato Newland Archer (D.D. Lewis) si innamora, riamato, della bella contessa Olenska (M. Pfeiffer), cugina della sua giovane promessa sposa (W. Ryder), e donna libera e anticonformista che ha da poco lasciato l’Europa e il marito. Nonostante la passione che li lega, i due rinunceranno al loro amore lasciandosi vincere dalle convenzioni sociali e dalle rigide regole della borghesia conformista dell’epoca.

Su Studio Universal, domenica 10 giugno a partire dalle 21.