0 Shares 12 Views 2 Comments
00:00:00
17 Dec

Smart card di Tivù Sat, come richiederla

dgmag - 26 febbraio 2010
26 febbraio 2010
12 Views 2

Gli abbonati Rai in regola con il pagamento del canone da sabato 27 febbraio potranno richiedere a Rai la smart card di Tivù Sat, a fronte del rimborso dei costi. Si allargano in tal modo le opportunità di ricevere via satellite anche l’intera programmazione dei canali digitali della Rai. L’utente è infatti adesso libero di scegliere se acquistare un decoder certificato Tivù Sat o chiedere la sola smart card, da utilizzare su un decoder preesistente.

Va ricordato però che Tivù srl (che eroga i servizi della piattaforma satellitare gratuita Tivù Sat) può garantire il funzionamento della smart card solo per ricevitori certificati Tivù Sat, restando l’uso della card in abbinamento ad altri ricevitori sotto la totale responsabilità dell’utente. Tivù S.r.l. fornisce di conseguenza assistenza tecnica esclusivamente alle tessere associate a ricevitori certificati Tivù Sat.

Rai fornirà a ciascun utente fino ad un massimo di due smart card per abbonamento. Per ciascuna di essa dovrà essere fatta una richiesta distinta.

Si può chiedere la smart card collegandosi al sito www.rai.it e inviando la richiesta online; oppure scrivendo a Rai – Radiotelevisione italiana, casella postale 50 25073 Bovezzo (Brescia), specificando nome e cognome dell’intestatario dell’abbonamento, numero di abbonamento specificando se ordinario o speciale, codice di controllo (solo per abbonamento ordinario), recapito per la spedizione della smart card completo di CAP. Le richieste con dati incompleti resteranno inevase. Se richiesta tramite Web, la card potrà essere pagata online con carta di credito o contrassegno. Se invece la richiesta perverrà via posta, la sola modalità prevista di pagamento è contrassegno.

All’utente sarà richiesto il rimborso del costo della card, della logistica (magazzino e spedizione postale) e della transazione (uso della carta di credito o contrassegno). Il costo di conseguenza varia in ragione della modalità della richiesta (online o via posta) e della modalità di pagamento.

I costi per l’utente sono i seguenti, comprensivi di IVA: richiesta online e pagamento con carta di credito, euro 16,20; richiesta online e pagamento contrassegno, euro 18,00; richiesta via posta e pagamento contrassegno, euro 21,60.

Rai ottempera in tal modo a quanto disposto dalla delibera AGCOM n. 732/09/CONS del 16 dicembre 2009 ma Adiconsum fa notare come in realtà la Rai abbia deciso di prendere in giro sia i cittadini che la stessa Agcom erché fa pagare un servizio che il Contratto di servizio prevede  gratuito (art. 31), con il risultato che i cittadini che non ricevono il segnale terrestre continuano ad essere vessati e a dover pagare di tasca propria per colpe che non  hanno.

Adiconsum fa notare che "la spesa totale per il consumatore è uguale al costo del decoder certificato TivùSat" e che "ogni consumatore oltre alla card (da 16,20 a 21,60 euro in base alla modalità d’acquisto), infatti, deve comprare anche la Cam (69 euro) da introdurre nel decoder per un totale di 90,60 euro".

Loading...

Vi consigliamo anche